Yemen, liberato il prete salesiano rapito dall'Isis: «Dimenticato perché non sono europeo»

E' stato liberato il prete salesiano rapito dall'Isis. Padre Tom Uzhunnalil, sacerdote indiano, era stato rapito nel marzo dello scorso anno durante un attacco dell'Isis ad una casa di riposo per anziani ad Aden, in Yemen, in cui furono uccise 16 persone fra cui quattro suore. A dare la notizia della liberazione è stato via Twitter il ministro degli Esteri indiana, Sushma Swaraj. Il rilascio sarebbe stato facilitato da una mediazione dell'Oman.

In maggio dello scorso anno i rapitori avevano postato su Youtube un video in cui il sacerdote keralese, con una lunga barba, parlava a fatica ed appariva provato. Nel suo appello a presidente e primo ministro indiani, e a papa Francesco, aveva osservato mestamente che «non si sta facendo molto per me forse perché vengo dall'India e non sono europeo».
Martedì 12 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 13:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-09-12 20:33:36
Titolo per attirare la lettura del popolo, senza contenuti e riscontri. Contenti voi...
2017-09-12 19:40:01
Bravi! Grazie.
2017-09-12 17:43:54
Beh! Non mi pare che la Chiesa ed il suo paese da 1 mld di persone abbiano fatto poi così tanto. Perchè avrebbe dovuto occuparsene l'Europa?
2017-09-12 17:43:01
è indiano, stava in Yemen.....c'entriamo noi anche in questo? ci dobbiamo prendere in carico proprio tutte le problematiche mondiali?
2017-09-12 16:55:25
Pare Osho :D
6
  • 4
QUICKMAP