Philippe, l'ex socialista che fece a pugni con Sarkò

di Francesca Pierantozzi
PARIGI Se non ci fosse stato Edouard Philippe, Emmanuel Macron avrebbe dovuto inventarlo. Difficile trovare in natura un miglior premier per il neo presidente: di destra sì, ma la destra gollista e sociale volentieri limitrofa della sinistra, politico di professione sì, ma politico sul campo, sindaco di Le Havre, nonni comunisti, genitori professori di francese, tedesco quasi madrelingua imparato a Bonn dove ha passato l'adolescenza, sportivo anche, ma non il jogging parigino degli aspiranti maratoneti, bensì la boxe...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Marted├Č 16 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:18

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP