Siria, raid di Israele su una fabbrica chimica nei pressi di Hama

Israele la notte scorsa ha colpito una fabbrica chimica in Siria. Lo riportano media libanesi e israeliani e la notizia è confermata dall'esercito siriano che parla anche di due soldati uccisi nell'attacco. Non ci sono conferme nello Stato ebraico. Secondo queste informazioni sarebbero 4 gli aerei che hanno attaccato, nei pressi della città di Hama a 200 chilometri da Damasco, il 'Centro statale di studi e ricerche' che si occupa di ricerca e sviluppo di armi biologiche, chimiche, nucleari e di tecnologia di missili e armi. Nell'attacco ci sarebbero tre feriti.

Alcuni media israeliani hanno sottolineato la concomitanza dei fatti con l'esercitazione in corso da parte dell'esercito israeliano nel nord del Paese, al confine con Siria e Libano. Si tratta della più grande esercitazione degli 20 ultimi anni. Altre fonti fanno notare che se l'attacco fosse confermato, si tratta del primo avvenuto dopo gli accordi sulle zone di de-escalation nel Paese.

L'Esercito siriano mette in guardia contro le «pericolose ripercussioni di questi atti ostili sulla sicurezza e la stabilità della regione». Nell'attacco, precisa un comunicato citato dalla Sana, «due soldati sono rimasti uccisi». «I caccia israeliani hanno sparato diversi missili dallo spazio aereo libanese». È un attacco che «arriva dopo le vittorie contro l'Isis, e mostra il sostegno di Israele ai terroristi».
Giovedì 7 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 08-09-2017 08:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2017-09-07 18:47:40
Grandi! ...meglio prevenire ...poche chiacchiere e fatti concreti, precisi, rapidi e soprattutto risolutivi.
2017-09-07 18:38:34
Questo e' un deliberato attacco terroristico dello Stato Ebraico, l'inquinamento ambientale e' piu' grave se si colpisce un sito chimico.
2017-09-07 17:52:02
Elicotteri USA continuano a spostare capi dell'ISIS da Deir Ezzor verso luoghi più sicuri. Le notizie di origini libanesi (Al Masdar) dimostrano la complicità degli USA e dell'ISIS già documentata in Iraq in varie occasioni e in Siria con i bombardamenti sull'esercito siriano..
2017-09-07 16:50:51
Concordo con FedericoMarini: vigliacchi!
2017-09-07 15:12:27
le grandi potenze occidentali usa gran bretagna e francia,fin dal disfacimento dell'impero ottomano dopo la conclusione della prima guerra mondiale,hanno operato in medioriente secondo il principio "divide et impera" e continuano a farlo ancora oggi. imitati,ma non eguagliati,prima dall' urss e oggi dalla russia
10
  • 130
QUICKMAP