#AbolisciQualcosa, impazza la parodia sui social network

Aboliamo mia suocera. Aboliamo i calzini corti. Aboliamo. Aboliamo. Aboliamo. Il tic neo-politico dell’abrogazionismo è diventato parodia sui social network. L’hashtag #AbolisciQualcosa sta spopolando e in Rete ci si diverte da morire. «Aboliremo le sopracciglia ad ali di gabbiano», scrive su Twitter un certo @MaurizioAlba. «Abolisco la gente che tossisce al cinema o a teatro»: è il programma elettorale di una donna di Faenza. E ancora: «Abolisci la Juve», «Aboliamo il festival di Sanremo», «Aboliamo i peli superflui, le doppie punte, le sneakers da donna con la zeppa e i jeans coi risvoltini». Tutte le gustose idiosincrasie di un Paese si sono riversate in un hashtag e in tanti sfottò. Anche l’idiosioncrasia verso i politici: «Aboliamoli. Punto». 

 
Giovedì 11 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:17

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-01-11 16:44:28
aboliamo gli abolizionisti, senza idee si attaccano tutto
2018-01-11 15:16:29
Il livello di dibattito online ormai si è trasformato in uno sfotto' da bar di periferia di livello infimo. Che pena assoluta. In rete impazza che? Mi metto d'accordo con un po' di persone e prendo di mira qualcuno e impazza? ahahahahah
2018-01-11 14:43:56
Basterebbe "abolire", non votandoli, tutti i politici che hanno già avuto incarichi in due legislazioni. Già in questo modo ci sarebbe una bella ripulità dai soliti furbetti della "politica come mestiere".
2018-01-11 13:50:26
Io voto il primo che dice che abolisce e strappa gli attuali codici civile e penale e li rifà come si deve e come giustizia vera richiederebbe.
2018-01-11 13:06:52
Io abolirei gli stupidi che vanno dietro a queste sciocchezze come le "cose che impazzano sulla rete"
10
  • 34
QUICKMAP