Consip, il ministro Luca Lotti interrogato per un'ora dai pm a Roma

Lotti (Ansa)
È durato poco più di un'ora l'interrogatorio del ministro dello sport, Luca Lotti, sentito dai magistrati di Roma nell'ambito dell'inchiesta Consip. In base a quanto si apprende, l'atto istruttorio si è svolto presso gli uffici dei carabinieri di via in Selci. All'interrogatorio hanno partecipato il procuratore capo Giuseppe Pignatone, l'aggiunto Paolo Ielo e il sostituto Mario Palazzi. Lotti è indagato per rivelazione del segreto istruttorio.

Intanto, dovrebbe uscire dal carcere Alfredo Romeo, arrestato con l’accusa di aver corrotto l’allora dirigente della centrale acquisti della pubblica amministrazione Marco Gasparri - anch’egli indagato per corruzione - e indagato anche per i suoi rapporti con il padre dell’ex premier, Tiziano Renzi. 

In base a quanto riferiscono gli avvocati difensori, oggi pomeriggio verrà applicato il braccialetto elettronico (disponibile dopo alcuni giorni di attesa).  Romeo è detenuto dal primo marzo scorso nel carcere di Regina Coeli e se non ci saranno intoppi burocratici l'imprenditore napoletano dovrebbe essere trasferito agli arresti domiciliari. 
Venerdì 14 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 16-07-2017 10:12

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-07-15 09:10:57
La Raggi non convince... Invece Lotti tuttapposto.....
2017-07-14 22:39:17
Ma come! Date pi√Ļ rilievo all'interrogatorio di in Sindaco che a quello di un Ministro! Come mai?
2
  • 14
QUICKMAP