Dagospia sbarca in Europa, Politico: «L'impero di D'Agostino, guru dell'élite italiana»

Dagospia varca i confini nazionali e sbarca in Europa, precisamente sul sito di politica internazionale politico.eu. Il fondatore Roberto D'Agostino, «capelli lunghi e barba alla ZZ-Top, coperto di tatuaggi e anelli con i teschi», è dipinto come assai diverso dal classico politico italiano, ma i contenuti del suo sito sono, si legge nel pezzo, il "must-read" per l'elite italiana».

L'eccentricità, racconta Politico, si riflette già nel luogo dove Dagospia nasce: la casa affacciata sul Lungotevere dove si viene accolti da un crocifisso gigante di Damien Hirst e sul balcone ci sono due statue: una di Mao Tse Tung e una di Silvio Berlusconi. 

Dal 2000 ad oggi, quello di D'Agostino è diventato «un impero», capace, tra scandali politici, gossip sulle star e «pornografia soft» di influenzare la politica italiana. D'altra parte - citazione di D'Agostino - «in un paese serio Dagospia non esisterebbe».
Mercoled├Č 17 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19-01-2018 08:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP