Gentiloni accoglie Macron alla Domus Aurea

di Laura Larcan
La pioggia ha dato un tiepida tregua per l'arrivo di Emmanuel Macron alla Domus Aurea. Sullo sfondo del Colosseo, in un colle Oppio blindato, hanno dato il benvenuto al Capo dell'Eliseo il premier Paolo Gentiloni e il ministro della Cultura Dario Franceschini.

 
 


Per il tour privato di Macron nella reggia di Nerone, lo staff al completo del parco archeologico del Colosseo, a partire dalla direttrice Alfonsina Russo. Puntuale, come prevede l'agenda della giornata, stretta di mano da cerimoniale alle 10,40. Saluto alla stampa internazionale assiepata lungo il cordone di transenne, e l'ingresso del monumento. Per il presidente francese, visita accompagnata da una guida madrelingua. Sorridente, affabile, Macron in cappotto blu scuro, si è concesso  una manciata di secondi per gli obiettivi e telecamere, per poi tuffarsi nel monumento sotterraneo. 

A una domanda dei giornalisti se gli piacesse Roma, il premier francese ha risposto «beaucoup» («molto»). Quaranta minuti di visita, e all'uscita, a chi gli chiedeva cosa gli avesse ispirato la visita alla Domus Aurea, Macron ha risposto con una battuta: «Umidità e ammirazione». Cielo grigio, temperatura rigida, il presidente francese ha lodato il lavoro degli architetti, gli archeologi e i tecnici grazie ai quali si può rivedere il periodo di Nerone con la realtà aumentata. «È favoloso, è una testimonianza del genio europeo di tutte le epoche», ha continuiato Macron, aggiungendo di voler «continuare a fare grandi cose con l'Italia». «Continueremo - ha concluso - con l'ambizione
fra i nostri paesi e l'ambizione europea». Dopo la visita alla Domus Aurea, Macron si è spostato a Palazzo Chigi. 
 
Giovedì 11 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-01-11 13:48:53
Subalterni al papa, ai tedeschi, ai francesi e persino a Malta che non accoglie - è mille volte più brava di noi - neanche un " migrante ". Per i tanti guasti prodotti, per le tante fanfaronate tutti i giornati pronunciate, per le mille mistificazioni e le tante menzogne ormai il PD gioca in difesa e nel tentativo di perpetuare il suo malgoverno ha reclutato trombettieri e tamburini RAi e non solo che, fedeli alla consegna del padrone che in certi posti di privilegio immeritatamente li ha piazzati, tutti i giorni portano alla nostra conoscenza, in dettaglio, il nuovo miracolo economico italiano, trascurandoci di dire, però, che in Europa siamo fanalino di coda. A questo, negli ultimi tempi, si aggiunge : a ) Lotti - Renzi sr - compare di Renzi sr e Consip; b) Boschi - papà Boschi e Banca Etruria; c) Renzi jr - De Benedetti e banche popolari: Trasuro la storia dei sacchetti biodegrabili ancora avvolta in una nebulosa. Cos'altro per capire che questi non sono né rottamatori, né riformatori e neanche l'ombra di possibili statisti, ma, puramente e semplicemente, piccoli, maldestri avventurieri di paese ?
2018-01-11 21:14:17
Malta e Vaticano sono la stessa cosa. Ha mai visto qualcuno andare contro al Vaticano? Non credo!
2018-01-11 12:44:31
Gli immigrati grandestini che bivaccano neu pressi che fine hanno fatto?
2018-01-11 12:31:22
Macron imita De Gaulle ma in segreto ci invidia i finanzieri De Benedetti e Daniele Serra per come fanno le plusvalenze.
2018-01-11 11:22:01
Incicio in corso per vendere in segreto ai francesi, come è già avvenuto d'altronde, altri pezzi d'Italia in segreto ai francesi?
5
  • 6
QUICKMAP