Legnini, vicepresidente del Csm: «Lasci la toga chi sceglie la politica»

di Sara Menafra
Presidente Legnini, due giorni fa il Senato l’ha ascoltata su un tema perennemente attuale: il rapporto tra politica e magistratura e in particolare il disegno di legge che dovrebbe regolare candidature e rientro in carriera. Com’è andata? «Bene. Ho avuto l’opportunità di esporre la posizione chiara e unitaria del Csm, definita con un atto deliberativo del plenum sin dal 2015. Quella di veder approvata finalmente una disciplina organica sui magistrati in politica che definisca in modo compiuto le...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 15 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 16-07-2017 09:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2017-07-15 14:05:13
glielo dica alla finocchiaro, emiliano e a tutti gli altri che continuano a stare in parlamento e nelle istituzioni
2017-07-15 14:00:13
Finalmente il CSM prende le distanze da quei magistrati che utilizzano la toga per farsi spazio nell'area della militanza partitica. Troppe in Italia sono le interferenze di una parte della magistratura nelle questioni di competenza della politica. Tutto questo a detrimento della terzietà del magistrato che, nell'ambito dei suoi poteri, non deve debordare concedendosi ad esternazioni di carattere ideologico con manifeste opzioni verso schieramenti politici. Se poi si vuole abdicare al ruolo giurisprudenziale per fare politica in modo esclusivo, è cosa cauta e giusta ricorrere all'istituto delle dimissioni dalla magistratura.
2017-07-15 13:53:17
Finalmente parole chiare ! Ma non è questione di lasciare la toga, prima di rientrare debbono passare almeno due anni, con trasferimento in altro luogo, distante almeno 500 km. Solo che poi alla fine non si farà niente.
2017-07-15 12:44:26
Si parla di Di Matteo e Davigo nel M5s e subito parte la reazione...Il Csm controlli l'operato di giudici che mettono in libertà, senza troppi scrupoli, personaggi tipo il nomade che uccide una guardia giurata e si fa tre annetti e via a casa.
2017-07-15 13:44:54
Anche quelli che uccidono tante persone guidando male, aggiungerei
13
  • 41
QUICKMAP