Vaccini, la Regione Veneto sospende l'obbligo per i bambini già iscritti

VENEZIA - Moratoria, fino al 2019, dell'obbligo di vaccinazione per l'accesso ai "nidi" e alle scuole dell'infanzia in Veneto per i bimbi già iscritti. La Regione va per la sua strada e  predisponeo le «indicazioni regionali in regime transitorio di applicazione della legge Lorenzin», con un decreto firmato dal direttore generale della Sanità Domenico Mantoan, in attesa di conoscere l'esito del ricorso alla Corte Costituzionale contro il provvedimento che impone l'obbligo di 10 vaccini.

 Per agevolare le famiglie e le scuole, per la fascia 0-16 anni, per gli anni scolastici 2017/18 e 2018/19 viene  anticipato  quanto previsto dalla legge per l'anno scolastico 2019/20, cioè l'invio alle scuole degli elenchi dei bambini con la loro situazione nei confronti della vaccinazione, privi di dati sensibili. Per tutti i soggetti non in regola (tra 0 e 16 anni) le Aulss avvieranno l'iter conseguente all'inadempimento dell'obbligo vaccinale.
Lunedì 4 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 05-09-2017 00:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-09-05 15:15:16
Essere contrari ai vaccini è come essere contrari all'esistenza di persone intelligenti.
2017-09-05 11:20:48
la regione leghista del veneto si muove solo cercando di creare piu caos possibile a questo governo! ricordate la cura Di Bella ? fecero una battaglia terribile per lasciare tutto appena presero il governo! irresponsabili!
2
  • 369
QUICKMAP