Ius Soli, scontro Cei-Lega. Salvini: «M5S è con noi. Non ho mai incontrato Di Maio e Casaleggio»

Basta con gazzarre ignobili, perfino in Aula al Senato. Il tema è molto importante, va trattato in modo molto serio». Monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei è durissimo nel condannare gli incidenti dei giorni scorsi a Palazzo Madama durante la discussione sullo ius soli. E altrettanto dura è la risposta della Lega che con Roberto Calderoli attacca: «La Chiesa pensi piuttosto ai poveri e ai disoccupati italiani». Scatenando la reazione del presidente del Senato Pietro Grasso che ricorda come il Vaticano si sia sempre occupato «degli umili» e dunque «non meriti questi attacchi». C'è ancora chi «non crede - incalza Grasso - che si possa difendere contemporaneamente chi è disoccupato e chi è migrante...». Partecipando alla Repubblica delle Idee, monsignor Galantino critica anche quelle forze politiche che «hanno cambiato idea» sulla cittadinanza. «Tutte le leggi sono perfettibili. Ma un conto è analizzarle nel merito per migliorarle. Un altro - prosegue l'alto prelato - è vedere che tra i contrari c'è chi neanche legge il testo e fa politica unicamente per rincorrere il proprio successo perché vuol fare solo il proprio interesse».

L'esponente dei Vescovi allarga il suo ragionamento criticando quella «politica di partiti» che negli ultimi tempi «spesso insegue l'antipolitica». «I problemi si risolvono solo con la buona politica, non seguendo chi grida di più. Il Papa - chiarisce pur senza far riferimento esplicito a nessuna forza politica - certamente non sta aiutando l'antipolitica». Ma la Lega non ci sta e con il capogruppo alla Camera Massimiliano Fedriga rincara la dose dicendo che «sono insopportabili le parole di alcuni alti prelati che tradiscono i valori della Chiesa». Chi oggi parla di Ius Soli, aggiunge, «ha avuto un silenzio assordante sui temi come fine vita e unioni civili» e questo «significa utilizzare la Chiesa di Cristo per fare politica di partito ed è intollerabile» se questo «viene perpetrato dalle più alte cariche ecclesiali». L'affondo però è di Matteo Salvini che invita a un «confronto pubblico» il segretario della Cei osservando che la Chiesa o «accoglie gratis rinunciando agli introiti sull'immigrazione» oppure Galantino si faccia «da parte, magari anche dimettendosi». Quindi si scaglia anche contro il Pd accusandolo di essere «l'unico partito veramente razzista presente in Parlamento» e si felicita per il fatto che il M5S abbia sposato i temi della Lega, pur continuando a negare di aver mai incontrato Luigi Di Maio o Davide Casaleggio «perché non c'è bisogno di vedersi per fare le stesse battaglie». Più sfumato il no allo ius soli del capogruppo azzurro al Senato, Paolo Romani, secondo il quale sulla cittadinanza bisogna evitare «gli slogan».

E, soprattutto, su un tema così delicato «è inaccettabile l'automatismo». Ma non solo per Forza Italia il testo ora all'esame del Senato andrebbe cambiato. Anche la presidente di Ap a Palazzo Madama, Laura Bianconi, che assicura comunque il sì del suo gruppo, ammette che servirebbe un confronto più approfondito, un «supplemento di riflessione». Va tenuta aperta la discussione, avverte, «per raffreddare il clima rifuggendo dalle opposte spinte elettoralistiche»
Domenica 18 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 19-06-2017 16:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 51 commenti presenti
2017-06-20 10:03:55
Ho l impressione che molti italiani non conoscono il significato latino di"" Ius Soli"" Tradotto in Italiano ""diritto del suolo"". Infatti si legge """ avere il diritto di cittadinanza incondizionato per tutte le persone nate nel paese"" √ą tutto chiaro.?? Mi chiedo perch√® si discute cos√¨ animatamente per queste diritto presente in quasi tutti i paesi europei non solo europei (vedi gli USA) Questo Ius Soli esiste anche in Italia, per√≤ esiste solo in parte. infatti compiendo i 18 anni e avendo i genitori un domicilio fisso e un reditto fisso,possono i figli di questi ottenete se richiesta la cittadinanza italiana senza avere altri problemi. In Germania basta avere un domicilio fisso per almeno 8 anni,si pu√≤ ottenere la cittadinanza tedesca.
2017-06-19 15:12:23
Galantino crede che per il fatto di indossare la tonaca si pu√≤, impunemente, permettere di usare un linguaggio offensivo e violento, al limite della volgarit√†. Ci ha preso gusto, √®' diventata ormai un'abitudine. Bene fanno quanti gli rispondono per le rime e lo invitano a non interferire negli affari di un sovrano stato laico . Bene fanno quanti lo invitano a occuparsi, piuttosto, della sua Chiesa, quella Chiesa che nel tempo si √® distinta per tanti imperdonabili peccati, a partire dall'immonda, schifosa pedofilia. Quanto meglio, sicuramente, stavano gli italiani, quelli del tempo dei comuni, quando il papato risiedeva ad Avignone. Aspetto con ansia la fine di questo pontificato tanto impiccione e che sempre pi√Ļ vedo scivolare nel sincretismo.
2017-06-19 15:10:55
Grasso dovrebbe essere messo sotto accusa: dove è il suo ruolo super partes? Ma già, il soggetto aspira a diventare Presidente della Repubblica! Poi, che sia Repubblica italiana o Repubblica ex italiana, a lui che gli frega!
2017-06-19 15:08:35
Certo singolare è l'intromissione su decisioni a favore dell'immigrazione e lo jus soli che riguardano uno Stato laico da parte di chi nel suo, ubicato all'interno di Roma capitale, non fa entrare nemmeno i romani.
2017-06-19 14:17:12
Quando qualche anni fa vivevo e lavoravo in un paese del West Africa, - uno dei paesi dal quale da sempre provengono i disperati che abbandonano l'Africa - alcune mie collaboratrici, dipendenti dalla compagnia aerea per la quale ero responsabile, approfittando del fatto di poter disporre di biglietti scontati, andavano in America e si facevano mettere in stato interessante da un americano, il bambino che nasceva, per lo ius soli acquisiva automaticamente la cittadinanza americana che per lo ius sanguinis veniva automaticamente estesa a loro. Cosi' perdevamo l' impiegata e ne abbiamo perdute tante in questa maniera. Nel tempo l'acquisizione della cittadinanza americana con questo automatismo e' cambiata ed e' stata resa molto piu' difficoltosa. Adesso con lo ius soli applicato ad un paese povero e senza risorse come il nostro e' la premessa per farci invadere dal Continente Africano . La popolazione africana e' di circa mezzo miliardo di individui, in continua crescita. Gli italiani sono sessanta milioni, quasi un decimo della loro popolazione di cui circa un terzo alle soglie della poverta'/sopravvivenza. Quanti potremmo accoglierne secondo l'illuminato parere di monsignore ? E dove li allocheremmo? n Piazza San Pietro o nei sontuosi Palazzi vaticani ??
51
  • 67
QUICKMAP