Vaccini, la battaglia M5S tra emendamenti e odg

Battaglia in Senato sul decreto vaccini
Vaccinazioni singole e non in un'unica soluzione. Lo propone la senatrice M5S Paola Taverna che confida nell'approvazione del suo emendamento: «Nel corso dell'esame in Aula del decreto vaccini, si è deciso di accantonare il nostro emendamento che propone la formulazione monocomponente per i vaccini obbligatori, cioè la possibilità di superare la formula tetravalente ed esavalente e dare la possibilità di vaccinarsi per singole patologie, evitando quelle per cui si è già immuni».

Dopo una lunga discussione, infatti l'aula del Senato, con il parere favorevole della relatrice di maggioranza Patrizia Manassero, ha accantonato l'emendamento Taverna (M5S) dove si ricorda  che i vaccini prodotti dalle case farmaceutiche coprono contemporaneamente più patologie. Dunque, ha spiegato Taverna, un bambino che ad esempio ha naturalmente sviluppato il morbillo e che di conseguenza risulta immunizzato su quella malattia, è costretto a 'ripeterè il vaccino anche se non è necessario. Manassero, nell'accettare l'accantonamento dell'emendamento, ha spiegato che la questione era già stata sollevata in sede di discussione preliminare del decreto in commissione Sanità e Igiene, ricordando che le case farmaceutiche non producono vaccini mono componenti perché sono troppo costosi e quindi anti economici. Nel corso del dibattito in aula, diversi senatori hanno proposto di far valutare la possibilità tecnica che sia l'Istituto farmacologico militare di Firenze a produrre i vaccini mono componenti.

Ma ci sono anche proposte come quella della senatrice pentastellata Elena Fattori che invece ha presentato un odg "per implementare la corretta informazione sui vaccini attraverso corsi pre e post parto, per gli insegnanti". È l'unica firmataria dell'odg che le è valso una pioggia di critiche sui social dalla comunità di genitori free vax che lo trovano un provvedimento filo governista e dunque pro decreto vaccinazioni.  A destare il sospetto delle mamme free vax il selfie pubblicato da Fattori con Alice Pignatti dell'associazione "Io vaccino" dichiaratamente pro vaccini. Fattori rivendica la collaborazione politica con le associazioni e con il prof Guido Silvestri, l'esperto contattato dal M5S per stilare il programma sui vaccini e che aveva chiesto esplicitamente al Movimento come condizione per lavorare insieme di accantonare posizioni pregiudiziali.

Nasce così questo odg che vuole migliorare l'informazione e combattere sospetti ed esitazioni create dai vaccini. "L'approccio alla raccomandazione del M5S non cambia" si difende Fattori che punta a far diventare la vaccinazione "un patto di solidarietà sociale e un obbligo morale per proteggere i propri figli e quelli degli altri". 


 
Giovedì 13 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-07-2017 15:34

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-07-18 13:19:51
Beh!!!! stiamo messi proprio maluccio, Il ministro/a incaricata per la sanità ha conseguito la maturità liceale, e gli da lezioni una senatrice che è perito aziendale e corrispondente in lingue estere. Speriamo, perlomeno, che si facciano consigliare dal medico di famiglia.
2017-07-16 10:06:55
Paola Taverna senatrice? Mi devo ricredere: La fortuna esiste, eccome se esiste....
2017-07-14 08:45:30
"le case farmaceutiche non producono vaccini mono componenti perché sono troppo costosi e quindi anti economici" AVETE CAPITO O NO?
2017-07-13 19:21:11
"le case farmaceutiche non producono vaccini mono componenti perché sono troppo costosi e quindi anti economici". Quindi è vero che c'è qualcuno che ci marcia! Comunque ci sono anche le persone che possono permettersi questa spesa e che sarebbero ben felici di non sovraccaricare di virus il proprio bambino.
2017-07-13 19:05:39
I grillini hanno conoscenza di tutto ci illuminano con la loro saggezza peccato che il pi√Ļ colto ha studiato sul web. Non sarebbe giusto che su questioni di scienza e medicina decidessero gli esperti e non la Taverna che di queste cose no sa nulla e parla solo per preconcetti tra l'altro infondati.
QUICKMAP