Scuola, intesa nel governo: via a 52mila assunzioni

Raggiunta un'intesa tra il ministero dell'Istruzione e quello dell'Economia: 15.100 posti dell'organico di fatto, assegnati ogni anno a supplenti, saranno trasformati in altrettanti posti dell'organico di diritto da coprire con docenti di ruolo con contratti a tempo indeterminato. A questi posti si aggiungono i posti rimasti liberi dopo i pensionamenti (circa 21.000) e i posti già vacanti e disponibili (circa 16.000). In tutto, quest'anno, saranno dunque disponibili circa 52.000 posti per le assunzioni a tempo indeterminato.
Mercoledì 10 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 11-05-2017 22:18

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-05-11 10:17:34
Il tasso di natalità in Italia è sotto la media mentre continuano ad assumere docenti. Boh.
2017-05-11 09:28:12
Gli Insegnanti immessi in ruolo non hanno meno di 10 anni di supplenze, alcuni anche 15. Il Governo si è deciso perché è in corso una procedura di infrazione da parte della UE per 10M di euro. Dopo 36 mesi di servizio lo Stato non può reiterare i contratti a TD. Se poi non escono i concorsi per medici, non vengono immessi in ruolo gli ATA o i docenti hanno qualche privilegio altra quaestio.
2017-05-10 19:38:37
Spiegatemi una cosa: quali santi in paradiso hanno i docenti? Quanto pesa sulla spesa pubblica questa massiccia immissione in ruolo dei professori? Perchè i giovani medici sono costretti ad andare via dall'Italia per lavorare? Eppure nella Sanità di posti vuoti ce ne sono.... Sinceramente , mi trovo allibito di fronte a queste iniziative che hanno la puzza di "mance elettorali"!!!!!
2017-05-10 19:23:34
Gli insegnanti della scuola pubblica italiana sono lavoratori piu' che privilegiati: un impegno part time con tre mesi di ferie l'anno. E sono l'unica categoria che, di fatto, non deve rendere conto a nessuno del proprio operato: se un insegnate di lingua italiana impiegasse tre mesi per spiegare tre pagine di grammatica, nessuno ne può sindacare l'operato.
2017-05-10 18:59:52
Diminuiscono gli scolari e questi assumono insegnanti. Ed a tempo INDETERMINATO, per non farci mancare niente. La FLESSIBILITÀ' del personale, quando gli utenti sono legati a parametri discendenti, come la natalità, dovrebbe essere la normalità. Quando non avranno più una classe che gli facciamo fare ? Così, per dire, in modo che magari si guadagnino lo stipendio. Ah, già, questo non è un problema del PD. A loro interessano i voti ORA, mica i debiti dei nostri figli e nipoti...
6
  • 63
QUICKMAP