I danni del ‘68/ Ripristiniamo il confine saltato maestri-allievi

di Marina Valensise
C’è poco da sperare se la moda dei cattivi maestri prende piede anche nei nostri migliori licei. Certo, per ora sono casi rari, unici, isolati, e di sicuro la stragrande maggioranza del corpo docente nelle scuole italiane è indenne da comportamenti aberranti. Ma è bene alzare la guardia e chiarire subito che urge prendere seri provvedimenti per salvaguardare non solo i professori dall’infamia generalizzata, ma evitare ai nostri figli, e loro allievi, il danno che nasce quando si mina il rapporto di fiducia...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 18 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 00:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-01-20 17:49:53
In Arabia Saudita il sessantotto non c'è stato: che funzioni tutto meglio li?
2018-01-18 21:30:12
il maledetto 68 ha causato tanti di quei danni, non solo nelle scuole, che la società civile, sana e perbene ne piange le conseguenza ancora oggi
2018-01-18 13:20:35
La scuola è allo sfascio e l'ideologia sessantottesca ne è la prima responsabile.
2018-01-18 17:59:33
Perché prima del '68 non esistevano i professori che andavano con le allieve? Solo che allora tutti stavano zitti. E poi che cosa sarebbe "l'ideologia sessantottesca". Se lei lo sa, provi a spiegarla anche agli altri. La scuola non è per niente allo sfascio. Provi lei a misurarsi con un test di esame di maturità se ci riesce. E c'è un abisso tra la difficoltà di adesso con quella degli anni '50.
2018-01-18 12:53:54
Spero che la sig.ra Valensise stia scherzando.
7
  • 54
QUICKMAP