Studenti contro la scuola-lavoro, stanchi imitatori del neo-‘68

di Marina Valensise
Non so se hanno ragione gli studenti delusi dall’alternanza scuola lavoro, ma il modo per dirlo li fa passare dalla parte del torto, facendoli apparire stanchi ripetitori di rituali superati, vittime di un riflesso condizionato che si ignora. E così grazie a migliaia di replicanti, il ‘68 riprende fiato.  Da cinquant’anni a questa parte, ogni anno, nei nostri licei si ripete l’occupazione, come un rito di passaggio a un’età adulta sempre più lontana. Ancora imberbi, disorientati e...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 14 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 00:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 12
QUICKMAP