Papa Bergoglio, il mio cuore in questi giorni è in Argentina nel santuario di Lujan

di Franca Giansoldati
Città del Vaticano Nostalgia di casa. Il cuore di Papa Francesco in questi giorni è in Argentina, la patria dalla quale manca dal 2013. Stamattina all'udienza generale, rivolgendosi ad un gruppo di pellegrini argentini, Bergoglio ha fatto riferimento al santuario di Lujan, un luogo di spiritualità vicino a Buenos Aires nel quale si è formato da giovane e che poi, successivamente, da vescovo e da cardinale, andava regolarmente per confessare i giovani. «Il mio cuore oggi è a Lujan» ha detto. Poche parole, il pensiero rivolto a quei luoghi familiari, l'immagine di ricordi comuni, probabilmente con un pizzico di nostalgia. La Madonna di Lujan che viene festeggiata ogni anno l'8 maggio spesso rivive negli interventi a braccio che il Pontefice. Francesco ama fare riferimenti a questo santuario dove si conserva l'icona di una Vergine venerata a partire dal 1630. Una volta, durante una udienza, raccontò di quando raccolse il grido disperato di un ragazzo con problemi di droga.

«Una volta, nel Santuario di Lujan, c'era una grande coda in attesa delle confessioni. In coda c'era un ragazzotto, tutto moderno con i tatuaggi. Venne per dirmi cosa gli stava succedendo. Era alle prese con un problema grosso, difficile. Mi disse che era al santuario su suggerimento di sua mamma. Vai dalla Madonna e lei ti dirà cosa devi fare. Ecco quella era una donna che aveva il dono del consiglio».

I sacerdoti del santuario ricordano ancora quando Bergoglio arrivava di sabato pomeriggio e vi rimaneva per accogliere il pellegrinaggio dei giovani nel fine settimana. Aspettava i giovani che arrivavano, e la domenica, all’alba, celebrava la messa con loro alle 7. Raccontano di come sia sempre stato un uomo dai modi semplici, ma allo stesso tempo appassionati nell'avvicinare la gente. «Arrivava intorno alle cinque del pomeriggio, quando cominciava a confessare fino alle 22, quindi cenava e poi si coricava un poco e alle 2 del mattino si svegliava». 

Chissà se la nostalgia del santuario di Lujan farà cambiare idea a Papa Bergoglio per rimettere presto piede in Argentina, un viaggio che finora ha evitato di pianificare. Negli anni passati per non  interferire nella campagna elettorale, poi succcessivamente per non scontrarsi con il presidente Macri, il cui programma economico di stampo liberale pare non entusiasmare troppo Papa Bergoglio. Anche per il prossimo anno in agenda non ci sono viaggi in Argentina. La nostalgia però potrebbe fare miracoli. 

 
Mercoledì 10 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 11-05-2017 11:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-05-11 10:09:16
Non sarebbe male se tu ci ritornassi in Argentina.
2017-05-11 08:22:38
Tornaci ,quanto prima, ti paghiamo il one-way-tiket.
2017-05-11 07:35:59
Francesco vai. E restaci per favore.
2017-05-11 01:30:25
Don Bergoglio, ci ritorni! La faranno subito vice parroco emerito! Lei sarĂ  felice ma sapesse quanto ne saremmo felici noi ! Ah si porti anche qualche centinaio di migliaia di 'migranti' con se . L'Argentina ha vastissime pianure dove potrebbero svolgere le loro attivitĂ  di RISORSE !
2017-05-10 19:41:38
Io direi che sarebbe ora che se ritornasse nella sua Argentina. Il peggior Papa finora.
6
  • 16
QUICKMAP