Papa Bergoglio chiede: «Ma è meglio Pelè o Maradona?»

di Franca Giansoldati
Città del Vaticano Una battuta, risate generali, un dilemma destinato a protrarsi all'eterno: «Ma secondo te è meglio Pelè o Maradona?» L’antico quaestio calcistica che da sempre ha lacerato i tifosi dell’America Latina è affiorata persino nell’Aula Paolo VI. Stamattina durante una conversazione libera tra il Papa e i ragazzi della comunità cattolica Shalom, la domanda è stata rivolta a bruciapelo ad uno dei presenti.  «Ho sentito che Matteus ha parlato in brasiliano, voglio chiedergli: ma è meglio Pelè o Maradona?» ha chiesto Bergoglio.

Clima sciolto e informale per il raduno della comunità fondata in Brasile nel 1980. Per venti minuti Francesco si è sottoposto alle domande dei ragazzi. Chi gli ha chiesto lumi sul concetto di misericordia e su come tradurlo nella vita concreta, altri che lo hanno provocato sul percorso che dovrebbero seguire per non smarrire la retta via. Il Papa li ha trattati con l'affetto di un nonno mentre li mettava in guardia dal rischio del narcisismo, della autoreferenzialità, dal bisogno di riconoscere le proprie radici e di non rinnegarle. Naturalmente ha riproposto alla platea un suo vecchio cavallo di battaglia relativo al bisogno di non emarginare gli anziani, perché è dalla loro saggezza che i giovani possono trarre enorme beneficio. «Parlate sempre con i nonni».
 
Luned├Č 4 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 05-09-2017 09:18

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP