Rieti, Pezzotti-Vallocchia vs Pacilli:
reatini contro in Lega Pro
Samb e Lecce sognano la B:
domenica andata ottavi playoff

Pezzotti, Vallocchia e Pacilli
di Christian Diociaiuti
RIETI - Se in B qualcuno si gioca la promozione in A (o già ci è salito, vedi Bonifazi con la Spal), in Lega Pro - in attesa di vederci il Rieti -  qualcuno sogna la cadetteria. E, per giunta, si sfida face to face in un confronto tutto reatino. È il caso del duo di reatini della Samb, Marco Pezzotti-Andrea Vallocchia “contro” il giocatore del Lecce Mario Pacilli: domenica alle 18.30 si giocano la gara di andata degli ottavi playoff (alle 18.30 stadio Riviera delle Palme). Insomma, in uno scenario da tutto esaurito a San Benedetto - e presumibilmente anche al ritorno al Via del Mare, mercoledì - i tre reatini si ritrovano contro.

CHE SFIDA
Una lotta impari nei numeri, ma equilibratissima sul campo. L'ex Rieti Pezzotti trascinerà la sua Samb con la voglia e la speranza di essere titolare ("Vedremo, lo spero vista la caratura del match..." ha detto) mentre Vallocchia potrebbe giocare da subito dopo aver segnato, contro l'Ancona, il secondo gol stagionale che è valso l'accesso ai playoff alla Samb. Una rete che ha permesso all'angioino di dire al tecnico "Ci sono e puoi contare su di me" e soprattutto di far pensare la famiglia Fedeli ad un possibile contratto che leghi il giovane di Cittaducale allo storico club adriatico. Dall'altra parte, sponda Lecce, il ragazzo nato a L'Aquila (87) e cresciuto a Torano di Borgorose: Pacilli è all'ennesima stagione con una squadra importante tra i pro, dopo le esperienze con Albinoleffe, Trapani e L'Aquila, tra le altre.

LA CARICA DI PEZZOTTI
Pezzotti (‘88) dopo aver vinto la D con i rossoblù, oggi sogna nella post season della terza serie, un vero e proprio spettacolo del calcio minore. La Samb scansa il ruolo di mina vangante e rimanda i complimenti alle corazzate, ma può dire la sua. Marco è carico, forte del suo essere un uomo simbolo della rinascita della Samb. "Partite come queste - ha detto Pezzotti, come riporta Tuttosamb - non le scordi mai, ci stiamo preparando al meglio per farci trovare pronti e giocarcela alla grande. La febbre in città è salita già da sabato sera, la condizione fisica e mentale farà la differenza. I nostri tifosi, però, ci daranno una grande mano. Il Lecce? Hanno fatto un campionato importante, puntavano alla vittoria finale, ma nei play off non c’è una favorita, può succedere di tutto e nel primo turno le sorprese non sono mancate. Sappiamo che possiamo far male al Lecce, serve concentrazione e non dobbiamo concedere troppe occasioni da gol, perché hanno giocatori di categoria. Il pubblico potrà esaltarci, andremo in campo per la regalare una gioia incredibile a una città intera. Giocherò titolare? Vedremo, scontato dire che mi piacerebbe essere in campo in una sfida così importante”. La Samb ha chiuso settima la regular season nel gruppo B della Lega Pro.

IL TIFO PER PACILLI
A sostenere l'ala destra di Torano, cresciuto nella Ternana (è un 87) ci saranno duemila tifosi giallorossi in trasferta (con il Riviera pronto a ospitare undicimila persone): Pacilli potrebbe essere una delle pedine chiave del 4-3-3 giallorosso. Sinora il giocatore reatino-abruzzese ha segnato 6 gol in 29 presenze (2006 minuti giocati). Un bottino di tutto rispetto in una realtà, come Lecce, storica e che ambiva a qualcosa di più della post season. La squadra pugliese ha chiuso seconda nove punti dal Foggia. 
Venerd├Č 19 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP