Rieti-Terni: l'Anas rileva «criticità»
nella galleria Valnerina: si rischia
lunga chiusura della superstrada

RIETI - Chiusa fino a data da destinarsi, la galleria Valnerina della Rieti-Terni, per «criticità rilevate nella soletta», praticamente il controsoffitto del tunnel, lungo quasi 4 chilometri. Uno stop che riaccende dubbi su quella soluzione costruttiva, che già all’indomani dell’apertura della galleria un ingegnere reatino, Luciano Pitoni, sollevò, sia con la Prefettura che sui giornali.

I DUBBI
«Premesso che non conosco i motivi per cui in questi giorni siano in corso controlli sulla soletta sospesa della galleria – dice Pitoni a Il Messaggero – quello che so è quello che ebbi già modo di segnalare pochi giorni dopo l’inaugurazione della galleria alla Prefettura. Quella galleria prevede il cunicolo di sicurezza realizzato sotto la volta, con un solaio di cemento sospeso con tiranti in acciaio di circa 5 metri sopra il piano stradale. Segnalai che quella soluzione sembrava contrastare con le specifiche tecniche dell’Anas, che prevede le vie di fuga di sicurezza realizzate al lato della galleria principale. La soletta con i tiranti era una soluzione sicuramente meno costosa sotto il punto di vista costruttivo ma che a mio avviso avrebbe richiesto frequenti interventi di verifica per monitorare e controllare gli ancoraggi di tutti i tiranti in acciaio che sostengono il solaio in cemento. Segnalai alla Prefettura anche un incidente, capitato nel dicembre 2012 in Giappone, nella città di Chuo, in una galleria realizzata con analoghi criteri costruttivi e dove il probabile cedimento di un tirante in acciaio fece collassare i pannelli del solaio in calcestruzzo, uccidendo nove persone».

LA SEGNALAZIONE DELLA PREFETTURA
La Prefettura a sua volta girò le osservazioni di Pitoni all’Anas che rispose precisando che le regole menzionate dall’ingegnere reatino erano successive alla redazione della progettazione definitiva della galleria Valnerina, con la via di fuga nel cunicolo separato solo raccomandata e non prescritta, «con un evidente impatto sul costo generale di realizzazione dell’infrastruttura». L’Anas garantiva comunque una progettazione «realizzata con elevati standard di sicurezza» e che i tiranti dell’ancoraggio della soletta erano stati «tutti singolarmente testati fino al carico di collaudo», e la struttura «progetta per garantire le sue prestazioni statiche anche in caso di collasso di più tiranti». La Prefettura girò la risposta dell’Anas a Pitoni, che ha mantenuto tutti i suoi dubbi sulla effettiva sicurezza della galleria Valnerina. Dubbi che sono tornati a galla ora che è stato sospeso il traffico per controlli proprio sulla soletta.

«Che controllino le condizioni della soletta sospesa è sicuramente cosa buona e giusta – dice Pitoni a Il Messaggero – ma questo avvalora la mia tesi, che non era quella la soluzione di progettazione ottimale per un’opera che questo territorio ha atteso per 30 anni». E che ora che è interdetta al traffico ha riportato automobilisti e camionisti ai tempi duri e ai lunghi tempi di percorrenza delle curve di Marmore.
 
Marted├Č 13 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-13 12:50:32
lavori fatti con il sedere. grazie Anas
1
  • 892
QUICKMAP