Roma, la spesa per nuovi impiegati supererebbe i 200 milioni e il Comune è già in profondo rosso

di Lorenzo De Cicco e Giuseppe Gioffreda
Nel libro dei sogni, se il governo permettesse mai a un ente squassato da debiti miliardari di ingaggiare altri 8mila dipendenti, per l'amministrazione M5S si porrebbe un problema non proprio marginale: chi paga? Calcolatrice alla mano, l'infornata di nuovi impiegati, vigili urbani e insegnanti potrebbe costare alle disastrate casse di Palazzo Senatorio quasi 200 milioni di euro l'anno. Un dipendente medio - in gergo tecnico «di fascia C» - costa ogni anno al bilancio della Capitale circa 22mila euro. Moltiplicato per...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 10 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:09
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-10-10 08:07:50
E invece prima i soldi c'erano ma facevano una fine diversa da quella cui erano destinati!! Non vi risulta????
2017-10-10 15:45:22
Non so. Mi dicono che prima abitavo in Svizzera e, come ben sa, in Svizzera funziona tutto e ci sono i soldi per tutto.
2
  • 275
QUICKMAP