Fedeli: al liceo Virgilio fatti preoccupanti

«I fatti emersi in questi giorni dalle cronache sono preoccupanti e meritano i dovuti approfondimenti. Abbiamo letto di episodi di spaccio, di bombe carta lanciate in cortile, di video rubati con minorenni coinvolti. Sono episodi che vanno condannati e affrontati con fermezza»: così la ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, interviene su quanto accaduto al liceo Virgilio di Roma. «È urgente ripristinare il dialogo che si è interrotto fra le varie componenti della comunità scolastica» aggiunge Fedeli.

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca sta seguendo da vicino il caso del liceo Virgilio di Roma attraverso l'Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio, dice la ministra in una nota. Secondo Fedeli «ci sono gli strumenti per prevenire e sanzionare, anche in ambito scolastico» fatti come quelli accaduti nel liceo della capitale. «Sono certa che la comunità educante del Virgilio saprà trovare le modalità per farlo. E che tutte le istituzioni coinvolte faranno la loro parte per aiutare a fare chiarezza. Per questo è urgente ripristinare il dialogo che si è interrotto fra le varie componenti della comunità scolastica. Arginando immediatamente anche la fuga di studentesse e studenti che stanno chiedendo il nulla osta per cambiare istituto».

«Ho chiesto al direttore generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio di incontrare al più presto le rappresentanze dei genitori, delle studentesse e degli studenti, i vertici della scuola e gli insegnanti e di farsi promotore di un rinnovato dialogo all'interno dell'Istituto. Occorre velocemente ricompattare le divisioni e le fratture che si sono create, tornando a un clima di confronto aperto, nell'interesse di tutte quelle studentesse e quegli studenti che hanno scelto questo storico liceo romano, per diventare dentro quelle aule cittadine e cittadini responsabili, consapevoli, attivi. È a loro che dobbiamo un immediato ritorno alla normalità» conclude la ministra.

«Nell'apprezzare il contenuto delle dichiarazioni del Ministro Fedeli sui recenti fatti accaduti al Liceo Virgilio e nell'esprimere solidarietà alla preside» il vicepresidente dell'Associazione nazionale Presidi Mario Rusconi, «chiede il pieno ripristino della legalità dello storico liceo romano». Rusconi rivolge «un appello a tutte le autorità coinvolte di essere tempestive nell'affrontare situazioni di reale gravità non lasciando i dirigenti scolastici, gli insegnanti e la maggior parte delle famiglie degli studenti in balia di minoranze estremamente agguerrite che non hanno a cuore il futuro formativo dei giovani, che talvolta danno l'impressione di potersi muovere senza timore di ripercussioni per il loro operato».


 
Domenica 19 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 20-11-2017 07:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2017-11-20 06:51:49
Ha parlato l'oracolo di Delfi! Tanto piu' di questa ridicola dichiarazione non e' capace di dare
2017-11-19 18:50:43
Sicuramente quando il ministro ha fatto il liceo era diverso. Opppsss ha la terza media !!! Che bel paese, l Italia
2017-11-19 19:28:43
Mi spiace ma la devo correggere. Guardi che il ministro Fedeli ha conseguito nientepopodimeno che un prestigiosissimo diploma di assistente sociale.
2017-11-19 22:42:12
carlozen 19.28.43 immagino sia ironico, oppure mi sbaglio ???
2017-11-20 07:37:29
Questo secondo lei giustificherebbe il diffuso analfabetismo dei giovani?
11
  • 41
QUICKMAP