Metro, dopo l'incidente i conducenti fermano i treni: «Specchietti danneggiati»

«Lo specchietto retrovisore è danneggiato». E il macchinista scarta il treno, cioè lo rimanda in deposito. A quasi una settimana dall'incidente che ha ferito una donna di 43 anni, rimasta impigliata a un treno della linea B e trascinata per oltre 100 metri sulla banchina della stazione mentre il macchinista mangiava in cabina di guida, nella metro romana è boom di conducenti che si rifiutano di guidare per presunti «malfunzionamenti» ai vetri retrovisori. Solo ieri, tra la linea A e la linea B,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 18 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 07:48
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2017-07-18 20:15:38
Non condivido queste severità di giudizio: il conducente ha sicuramente sbagliato, e merita di essere sanzionato, ma il licenziamento è una misura eccessiva. Peraltro, il fatto che la passeggera sia uscita e non entrata dal mezzoattenua la responsabilità del conducente, perchè non esclude, anzi rende plausibile che il conducente abbia controllato la situazione della banchina prima di partire, cosa che, con gli specchietti esterni, non è possibile fare all'interno della metro stessa. Attenua, a mio avviso, anche sensibilmente, la responsabilità, che comunque ha. Rilevo, peraltro, che non stava parlando al telefonino o fare altro di volutturario, ma stava mangiando qualcosa: è peraltro da verificare se tra una corsa e l'altro esista una pausa.
2017-07-19 14:56:10
"Peraltro, il fatto che la passeggera sia uscita e non entrata dal mezzoattenua la responsabilità del conducente," in italiano questo cosa vuole dire? Che la passeggera è quasi morta questo non lo considera? E poi, prima ancora, che si VEDE CHIARAMENTE DAL VIDEO che il conducente non guarda la banchina e SE NE FREGA DEGLI ALLARMI CHE GLI SI ACCENDONO, anche di questo lei non si cura? Eviti di stare a fare l'avvocato delle cause perse. Qui un persona stava morendo, e lui non sento neanche e i giornali lo riporterebbero, che abbia dedicato un pensiero alla povera signora, ma no, ora si preoccupa della giusta attenzione mediatica che gli si rovescia addosso! solo di quello. Beh, si ricordi che il suo lavoro non era, era, starsene in cabina e non guardare se non i cavoli suoi.
2017-07-19 14:57:58
Descrvia voluttuario..... visto che a volte una tgelefonata può essere con il centro officina o un superiore. Lei sta usando parole di cui non conosce forse il significato? Credo sia il caso che il linguaggio simil giuridico lo eviti, perché sta facendo invece danno a chi vorrebbe difendere inventando sue non responsabilità che invece evidenziano altre responsabilità che il conducente ha!
2017-07-19 17:22:35
Parlare di “rapimento legalizzato”, e spiegare la nuova fattispecie criminosa (ma sei un legislatore?) attraverso il fine concetto giuridico che “… non esiste il fatto che sei entrato in metropolitana e diventa vietato uscire”, la dice lunga su quanto sia profonda la tua preparazione giuridica. Ed è su tale solida padronanza di codici e codicilli, da te confezionati al volo, che consideri ridicolmente, più che paradossalmente, tale divieto un vulnus all’inviolabilità della libertà personale prevista e tutelata dall’art. 13 della Costituzione? Un divieto che, se formalizzato tramite avvisi, altro non sarebbe che una norma comportamentale posta a presidio dell’incolumità dei passeggeri, e che, diversamente, costituirebbe comunque una condotta cui qualsiasi viaggiatore dovrebbe informarsi? Qui, invece, ad essere del tutto sballati sono sia i tuoi concetti, sia i termini che utilizzi per esprimerli! Altro che il mio “linguaggio simil giuridico”! Tralasciamo il tuo “inventando sue non responsabilità”… Ps1 Vero che la mia discutibile prosa possa far storcere il naso ad un palato dotto e sopraffino come il tuo, ma credo di aver scritto in termini più che intelligibili che, secondo me, il conducente ha sbagliato e merita di essere sanzionato. Ma non con il licenziamento. Ps2 Scusami se ti ho dato del tu, ma io, purtroppo, sono rimasto un po’ rozzo perché non ho studiato come te!
2017-07-20 19:37:07
la dirà lunga come vuole, ma il fatto resta e le sue chiacchiere stanno a zero riprovi, sarà più fortunato
19
  • 365
QUICKMAP