Roma, trovato cadavere di donna in tunnel Corso d'Italia: ha profonda ferita alla testa

Trovata per terra, nuda, in un sottopassaggio al centro di Roma con una profonda ferita alla testa, graffi sul viso e una caviglia rotta. È giallo sulla morte di una senzatetto brasiliana di 49 anni che da tempo viveva in Italia. L'allarme è scattato intorno alle 10.30 quando un operaio che doveva ripulire il sottopassaggio ha notato il corpo nella via di fuga all'altezza di piazza della Croce Rossa, a Corso d'Italia, non lontano dal centro. Inutili i soccorsi del 118. I medici non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. Sul posto sono intervenuti i poliziotti del commissariato Porta Pia, della Squadra Mobile e la polizia scientifica per i rilievi. Si indaga per omicidio. Per gli inquirenti si è trattato di un «attacco brutale». 
 
 

La donna, con qualche precedente alle spalle, sarebbe stata colpita con forza alla testa tanto da spaccargli il cranio. Il decesso dovrebbe essere avvenuto intorno alle 4 della scorsa notte. Il fatto che sia stata trovata nuda non fa escludere che la vittima possa aver subito anche una violenza sessuale. Sarà comune l'autopsia a chiarirlo. Sono in corso inoltre accertamenti sui suoi indumenti. Durante il sopralluogo i poliziotti hanno trovato i vestiti e una borsa vicino al corpo oltre a diverse chiazze di sangue.
 


Non c'erano però documenti. Da chiarire se sia scesa in compagnia di qualcuno nel sottopasso, utilizzato dai senza fissa dimora come ricovero di fortuna. Al vaglio le immagini registrate dalle telecamere che inquadrano il tratto di strada dove si trova la rampa di scale che porta al marciapiede. Gli investigatori stanno ascoltando diverse persone per acquisire elementi utili a far luce sulla vicenda. Tra le ipotesi c'è quella che il delitto possa essere maturato negli ambienti di senza fissa dimora che frequentano la zona. E continua la scia di sangue nella Capitale. Quello di oggi è il terzo omicidio in cinque giorni.

Venerdì mattina nel parco del Turismo è stato trovato il cadavere di Laurentiu Ursu, un giovane transessuale romeno di 27 anni ucciso con una coltellata al cuore. Per il delitto è stato fermato un trentacinquenne romano, evaso dai domiciliari il giorno precedente, e sospettato di essere l'autore anche di un altro omicidio avvenuto a distanza di 24 ore circa. Vittima in questo caso un ventenne nordafricano, colpito a morte con la stessa coltellata al cuore, e ritrovato sabato mattina in una fabbrica occupata alla periferia di Roma. Anche su questi due delitti indaga la squadra mobile di Roma guidata da Luigi Silipo.
Martedì 14 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15-11-2017 08:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2017-11-15 07:38:47
Non dico di presidiare tutti i sottopassi di Roma, sono troppi. Basterebbero le telecamere ed una illuminazione a giorno, questo si può fare. Una curiosità: perché i sottopassi di Parigi non sono abitati da questa corte dei miracoli? Perché invece dei soliti scambi culturali telecomandati non si fanno scambi sulla conduzione di una città (trasporti, degrado, ecc.)?
2017-11-15 05:31:32
Però dicono che siamo al sicuro....
2017-11-14 20:55:30
Io sento spesso parlare di episodi di microcriminalità che non raggiungono la redazione dei giornali perché meno gravosi, uniti ai fatti eclatanti di malavita si ha la percezione che possa accadere qualsiasi cosa. Noi popolo indifeso siamo preda di chi dà qualche garanzia di sicurezza anche se usa mezzi non proprio democratici.
2017-11-14 19:45:41
Ennesimo Omicidio. Ennesima vittima. Sbaglio o questa Societa' Sta' diventando veramente troppo regressiva e violenta?. Sembra quasi che la vita umana non conti piu' nulla. Ogni motivo diventa valido. Anche il piu' futile. Non so' spero di sbagliarmi. Ma purtroppo i fatti sembrano dimostrare il contrario.
2017-11-14 19:11:03
Abbiamo e stiamo importando molta brutale malvagità, non è più tempo dei sofismi, ci vuole un impegno serio da parte delle forze dell'ordine e di chi giudica, troppo spesso superficialmente, chi commette delitti di ogni genere. Murate i sottopassaggi della stazione e ovunque vi si possano annidare dormitori. Troppi balordi vagano a Roma, troppi disperati che non hanno nulla da perdere nemmeno la coscienza.
13
  • 811
QUICKMAP