Roma, vigili aggrediti dai nomadi, retata al campo di via Candoni: nove arresti

E' in corso dalle prime ore di stamani un blitz della polizia locale al campo nomadi di via Candoni. Fermate finora 9 persone, ritenute a vario titolo, responsabili dell'aggressione lo scorso corso 9 gennaio, del vicecomandante del Corpo, Antonio Di Maggio, e due suoi colleghi, accerchiati e aggrediti da molti rom che volevano impedire l'arresto di persone residenti nel campo coinvolte in furti di iphone.

Un'ottantina di uomini della Municipale sono arrivati all'alba. Hanno circondato il campo, procedendo alla perquisizione dei prefabbricati.







L'attività, ora, si starebbe concentrando su molti mezzi e furgoni, alcuni dei quali privi di assicurazione, sui quali gli uomini della polizia locale stanno facendo accertamenti.



Un modulo abitativo adibito a bar, minimarket ed anche a bisca è stato trovato dalla polizia locale nell'ambito dell'operazione in corso nel campo nomadi di via Candoni. L'operazione è finalizzata al ripristino della legalità e alla individuazione delle persone che l'otto gennaio scorso hanno aggredito dei vigili durante un arresto.



Nel corso dell'operazione sono stati scoperti e sequestrati oltre al bar altri 7 container occupati abusivamente e diversi mezzi sprovvisti di assicurazione. Al momento sono 12 le persone fermate dagli agenti dello Spe e dell'XI Gruppo di Roma Capitale. Nel campo sono presenti 700 persone, 300 di nazionalità bosniaca e 500 romena.
Giovedì 15 Gennaio 2015 - Ultimo aggiornamento: 13:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP