Non solo Roma, anche Genzano ha il suo Spelacchio

di Chiara Rai
“Spelacchio” e i suoi fratelli. Eccone uno a Genzano, e appare ancora più malridotto. Si trova in piazza IV Novembre, ribattezzato da molti lo “Spellacchiato genzanese” perché ai Castelli Romani si raddoppiano le consonanti. Anche questa è un’amministrazione Cinque Stelle, e l’albero è al centro di polemiche. Però, a differenza di quello romano di piazza Venezia, non è un abete rosso quasi morto ma un palo in legno pitturato di bianco dal quale scendono delle lucine al led e una base che non sembra possa dargli ricovero sicuro in caso di raffiche di vento.
 

L’amministrazione pentastellata di Genzano ha ottenuto un contributo di 12.600 euro dalla Regione per l’iniziativa “Natale per tutti”, progetto criticato dall’Associazione Commercianti presieduta da Marcello Conforti: «In primis non è stato concertato con gli esercenti - dice - e poi il progetto ha previsto lìinstallazione delle luminarie soltanto in piazza Frasconi senza tener conto del resto delle strade della città che se non sono rimaste al buio è solo grazie alle iniziative dei commercianti». Ormai Spellacchiato è sulla bocca di tutti e impazzano i commenti anche sui social: «Hanno preso il palo della cuccagna e lo hanno messo li». E c’è chi ironizza: «Dove sono le lonze e i prosciutti da appenderci?». E chi si preoccupa della sua stabilità: «Maestoso e pericoloso il palo della cuccagna trasformato in  albero di Natale. Appoggiato in terra e sorretto solo da una lastra di ferro dentro a un buco, se cade ci scappa il ferito o il morto». Dal  palazzo comunale non comment.
Venerdì 22 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 23-12-2017 00:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2017-12-22 20:30:53
Mamma mia, poveri noi, i giornalisti che si debbano guadagnare lo stipendiuccio perche' hanno famiglia, mi sta bene, ma che da un po' di giorni se la prendano con gli abeti spelacchiati, o presunti tali, come se li avessero " piantati, coltivati, fatti crescere e finalmente tagliati" dai Sindaci, assessori, consiglieri, di qualunque Comune, è proprio da ridere....!!! Con tutti i problemi che hanno gli italiani, sapete, cari giornalisti, che glie ne frega se un albero di Natale, tagliato che era in buone condizioni, poi, non si capisce quale metamorfosi abbia avuto durante il tragitto, e si sia "spelacchiato", ??? Comunque, contenti voi, contenti tutti, è Natale....!!!
2017-12-22 20:14:42
Orrendo, ma almeno e' nato come semplice palo, pagato per quel che vale un palo. Mentre Spelacchio e' stato strapagato come albero ed e' finito a fare il palo.
2017-12-22 17:11:12
Meglio 100 spelacchi che 1 albero corrotto.
2017-12-22 20:30:09
Facciamo il confronto dei costi rispettivi, non credo che il palo di Genzano sia costato 50.000 euri. E manco 1000.
2017-12-22 16:30:31
Il peggio non è morto mai
15
  • 502
QUICKMAP