Capodanno, ecco come muoversi tra divieti e trasporti. Bozzi: «Ostia tagliata fuori dalla festa»

Eventi, divieti e trasporti. Ecco il vademecum per il giorno dell'ultimo dell'anno, denso di iniziative a Roma. Aperte fino alle 2,30 le linee della metro mentre a San Silvestro chiude alle 21 la Roma-Lido.

«Domenica 31 dicembre, per la notte dell'ultimo dell'anno, le metropolitane A, B, B1 e C prolungheranno l'orario di servizio sino alle 2,30, mentre bus, filobus e tram si fermeranno, con alcune possibili eccezioni ancora da definire, alle ore 21. Sospeso, nella notte tra il 31 e l'1, il servizio dei bus notturni. Lunedì primo gennaio, per bus, filobus, tram e metropolitane, la prima corsa dai capolinea sarà alle ore 8. Poi normale orario festivo». È quanto si legge su muoversiaroma.it il portale web dell'Agenzia per la mobilità di Roma.

«Recita dell'Angelus a San Pietro la mattina; la corsa sportiva “We Run Roma” in Centro il pomeriggio; il 
Capodanno al Circo Massimo la sera. Questi alcuni dei principali eventi in agenda per la mobilità cittadina il 31 dicembre. I dettagli sono in parte ancora da definire, di seguito alcune anticipazioni. A San Pietro, la mattina, recita dell'Angelus. Divieti di sosta con rimozione dei veicoli eventualmente presenti, anche sui controviali di via della Conciliazione, da via dei Cavalieri del Santo Sepolcro a via Pfeiffer e da via dell'Erba a via Rusticucci. Chiusure al traffico su largo degli Alicorni, largo del Colonnato, via di Porta Angelica, via dei Corridori, via Rusticucci, Borgo Santo Spirito e via della Conciliazione, nel tratto da via Pfeiffer a via Rusticucci», riferisce sempre muoversiaroma.it 

«Dalle 14, la “We Run Rome”, nell'area tra Caracalla, il Circo Massimo, il Colosseo, piazza Venezia, piazza Barberini, via del Tritone, via Nazionale, piazza del Popolo e Villa Borghese - si legge - Dalla sera, nell'area del Circo Massimo, alcuni dei principali appuntamenti del Capodanno capitolino 2018, con stop al traffico, sia privato che dei mezzi pubblici, nell'area tra via dei Cerchi, via del Circo Massimo, via dell'Ara Massima di Ercole, via della Greca e piazzale Ugo La Malfa. I dettagli delle deviazioni bus ed eventuali ulteriori modifiche al servizio di trasporto pubblico, saranno resi noti nelle prossime ore».

Un  Capodanno con il litorale tagliato fuori.  «Ostia e il Municipio X vengono ancora una volta vergognosamente tagliati fuori dal Capodanno romano. Si ripete anche quest'anno, infatti, lo scandalo dell'interruzione della Roma-Lido il 31 dicembre alle ore 21 da Colombo, mentre le linee Metro A, B, B1 e C proseguiranno il servizio ininterrottamente fino alle 2,30. Se chiediamo autonomia per la nostra città e se in tanti ci hanno votato non è un caso, perché alla fine della fiera siamo sempre trattati dal Campidoglio come l'ultima delle periferie». È quanto denuncia Andrea Bozzi, capogruppo delle liste “Ora” e “Un sogno comune” nel Municipio X di Roma. 

«I nostri cittadini, infatti, giovani in testa, a differenza di quelli di tutti gli altri municipi, se vorranno andare a Roma nella notte di Capodanno dovranno farlo entro le 21, orario oltre il quale dovranno utilizzare mezzi propri - prosegue - E per tornare a casa dovranno aspettare la mattina dopo, perché l'ultima corsa da Piramide sarà alle 21,30. Ricordo pure che sul Mare di Roma non è stato programmato alcun grande evento di Capodanno».  «Chiedo alla sindaca Raggi - conclude Bozzi - e all'assessore alla Mobilità Linda Meleo di intervenire subito per allungare l'orario di servizio della tratta Roma-Lido e porre riparo a questa scelta tristemente discriminatoria per il proprio litorale. Altrimenti ammettano direttamente che non siamo un Municipio come gli altri, ma una città a parte che deve diventare un Comune autonomo e, visto che governano il nostro Municipio, ci aiutino quanto prima a farla diventare tale».

IL COMUNE SI DIFENDE
«Il contratto di servizio sulla Roma-Lido è tra la Regione Lazio e Atac, così come per la Roma-Viterbo e la linea Roma-Centocelle. Non dipende dal Comune ma è la Regione che deve richiedere un potenziamento e rafforzamento del servizio la notte del 31 dicembre, cosa che la Regione non ha fatto. Per riparare alle mancanze della Regione, il Comune si adopererà per garantire un servizio sostitutivo con i mezzi di superficie così come è stato fatto il 25 dicembre». Lo dichiara Enrico Stefàno consigliere capitolino M5S e presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale rispondendo in merito alle polemiche sulla chiusura alle 21 della Roma-Lido la notte del 31 dicembre. «Se fosse dipeso da noi - aggiunge Stefàno - avremmo prolungato l'orario della Roma-Lido, ma evidentemente la Regione non ha avuto questa sensibilità».

LA REGIONE LAZIO REPLICA
«La Regione Lazio, come è successo negli anni passati, ricevuta la richiesta, ancorché informale, da parte del gestore Atac, ha sempre autorizzato l'aumento del servizio, concordando i modi e i tempi di attuazione sulle ferrovie ex concesse Roma Lido, Roma Viterbo e Giardinetti. Quest'anno Atac non ha manifestato alcun interesse o necessità di aumentare l'offerta sulla linea. Risulta quindi del tutto infondata ogni attribuzione di responsabilità all'amministrazione regionale per una mancata richiesta che sarebbe dovuta partire da chi esercita il servizio. La Regione Lazio conferma, come ogni anno, la disponibilità ad autorizzare l'aumento dell'offerta, concordando con Atac modalità e tempi». Lo precisa in una nota la Regione Lazio.


 
Mercoledì 27 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:39

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-12-28 01:32:53
Brava l'Amministrazione comunale! Riesce ad organizzare tantissimi eventi senza sprecare soldi come negli anni precedenti!
2017-12-28 00:55:13
Il mondo alla rovescia. E' la regione che deve fare richiesta all'atac di aumentare il servizio non il contrario visto che deve soddisfare le istanze dei cittadini che hanno votato i loro rappresentanti
2017-12-27 21:03:43
La giunta Raggi scarica sempre sugli altri le proprie responsbilità ... Roma è allagata ma la responsabilità è di Anco Marzio che fece progettare una rete fognaria ,rivelatasi dopo 2000 anni insufficiente !!!!!
2017-12-27 18:50:08
Bravo, lei ha perfettamente ragione.
4
  • 50
QUICKMAP