Maltempo, allagamenti e traffico in tilt ai Castelli Romani: centinaia di interventi

di Chiara Rai
Sono centinaia gli interventi per il maltempo ai Castelli Romani a cui hanno dovuto far fronte tutti i distaccamenti dei Vigili del Fuoco dei Castelli Romani, Anzio e Nettuno. Da Roma e provincia sono intervenuti anche i subacquei dei Vigili del Fuoco e il Soccorso Alpino Fluviale per aiutare le persone rimaste bloccate in auto nei sottopassi allagati. È davvero un forte nubifragio quello che si è abbattuto nell’hinterland della Capitale e sul litorale che vede molti uomini ancora al lavoro per cercare di ripristinare uno stato di normalità che tarda ad arrivare.    
 
 

La situazione è davvero preoccupante. Risultano allagate via Ardeatina, via Laurentina, Nuova Florida tra Ardea e Pomezia  e anche il pronto soccorso Sant’anna di Pomezia dove i malati sono stati spostati al piano superiore. Diverse famiglie sono state soccorse da Vigili del Fuoco e Protezione Civile perché rimaste boccate in auto.
Sempre ad Ardea c’è stato un crollo di macerie in zona Le Salzare che ha colpito un’auto. C’è stato anche uno smottamento laterale della via Pontina all'altezza del sottopasso con via Bondone. Chiuso il ponte con via Strampelli e in via Castagnetta dove ci sono decine di auto bloccate. Ci sono quintali di rifiuti che il maltempo ha portato sulla spiaggia al km 19.500 della litoranea. Sommozzatori sono dovuti intervenire nella zona di Nuova Florida con i gommoni per far evacuare le persone dalle loro case piene d’acqua.

A Castel Gandolfo è caduto un muro alla zona di parco degli Ibernesi e la protezione ha rimosso i detriti.
La polizia stradale di Ciampino ha chiuso e poi riaperto il sottopasso di via Donizzetti e le vie Colle Olive e Doganale. Via Ischia rimane ancora chiusa al traffico e si sono verificati anche guasti diffusi alla rete elettrica in via Baracca, via Cangitano, via Roma, largo Fermi. Centinaia le richieste di soccorso e c’è anche un cagnolino che si è perso in via Bologna.

Allagamenti anche ad Albano dove si sono verificati crolli di mura e smottamenti soprattutto nelle vicinanze della via Ardeatina.

L’acqua ha raggiunto oltre un metro di altezza anche nel piazzale alle spalle della scuola media Gramsci a Pavona. Tombini divelti e dissesti anche in via Olivella. Il Centro Operativo Comunale è tutt’ora riunito per monitorare, congiuntamente al comando della Polizia Locale e alla Protezione Civile comunale, le problematiche ancora presenti. Gli operai di Astral sono a lavoro sulla Tangenziale che rimane ancora chiusa. Per il momento è tornato percorribile solo il tratto Vascarelle – Appia direzione Roma. È stata parzialmente interrotta via delle Viti in zona Cancelliera, dovuta al cedimento di un muro privato.

Ad Ariccia sono completamente allagate anche le zone delle fraschette che i turisti e visitatori hanno abbandonato in fretta e furia. Allagata anche la palestra de Sanctis di Genzano, in viale Mazzini le società sportive sono al lavoro con mezzi propri per aspirare e ordinare i danni. A Lanuvio è dovuta intervenire la Protezione Civile con pompe e idrovori in via delle Sugherete perché i seminterrati delle case erano completamente allagati. Qui è crollato anche un muro.
Domenica 10 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 19:27

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 14
QUICKMAP