Velletri, agenti alla ricerca di rifiuti tossici trovano piantagione di marijuana

Gli agenti della Polizia locale di Velletri diretti dal comandante Maurizio Santarcangelo, durante i controlli sul territorio sull'abbandono di rifiuti speciali, hanno scoperto che in un terreno sito nella zona rurale di via di Carano  presso l'alveo di un fosso erano coltivate piante di cannabis (marijuana). Le piante erano nascoste dietro un canneto e coltivate su terrazzamenti predisposti su file parallele, con picchetti e tiranti per orientare e garantire la crescita e per usufruire del necessario  grado di umidità che il sito adiacente al fosso, naturalmente garantisce. Dopo gli opportuni campionamenti,  con analisi preliminari effettuate presso il laboratorio di tossicologia forense di Tor Vergata, è stata accertata la presenza di Thc ovvero del  principio attivo della cannabis. Dopo aver informato il magistrato, i poliziotti hanno tagliato e sequestrato di 18 piante di cannabis, che sono state messe a disposizione della Autorità Giudiziaria. Ulteriori indagini sono state effettuate per accertare eventuali responsabilità del proprietario del terreno, il quale si è dichiarato ignaro della situazione. Durante l'ispezione nel suo capanno, però, è stta ritrovata un'altra pianta cannabis già sezionata e pronta per l'essiccazione. Le indagini dirette dalla Procura di Velletri proseguono per accertare eventuali coinvolgimenti di altre persone in concorso con il proprietario del terreno per il reato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. (foto Luciano Sciurba)
Venerd├Č 15 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:09
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP