Volpe impiccata, esibita a Civitavecchia: la foto choc indigna il web

Foto presa da Facebook e pubblicata anche da terzobinario.it
di Remo Sabatini
È stata appesa per il collo. Lasciata penzolare da un cassonetto dei rifiuti sulla pubblica via. Macabro trofeo da esibire nelle ore che precedono il Natale. Questa la scena che, la mattina della vigilia, si sono trovati di fronte gli abitanti di Civitavecchia, cittadina sul mare a due passi da Roma. Il tragico ritrovamento, avvenuto nei pressi della zona commerciale di Via Terme di Traiano, ha scatenato rabbia e sgomento anche sui social.

Tra le ipotesi avanzate dai cittadini accorsi sul posto, quello di un ipotetico investimento da parte di un autoveicolo. Evenienza, tuttavia, scartata, almeno per il momento. E poi, fosse stata vittima della strada, perché impiccarla? Qualcuno in vena barbare follie, potrebbe aver catturato o ucciso la volpe per, poi, successivamente esporla alla cittadinanza? Possibile. D'altronde, quello di Civitavecchia, è solo l'ultimo di una serie di casi simili accaduti in giro per il Paese.



Nell'ottobre scorso, infatti, un'altra volpe era stata rinvenuta impiccata nel bosco antistante il Santuario di San Francesco di Paola, in Calabria e, ancora prima di allora, era accaduto a Filottrano, nelle Marche. Lì, l'animale era stato appeso lungo la strada. Quasi che fosse un monito di non si sa cosa, quello delle impiccagioni ai danni di lupi, volpi e cani, sembra essere divenuto una specie di macabro rituale da compiere ai danni di animali innocenti. Un rito barbaro operato da personaggi senza scrupoli né umanità. Gente che agisce in preda alla follia omicida e che, grazie (e purtroppo) alle proprie malefatte, ha fatto tornare alla ribalta quanto sia inadeguata e ritenuta troppo debole, la legislazione italiana in merito.

La richiesta di inasprimento della pena contro chi si macchia di tali delitti è stato, infatti, il commento più ascoltato anche a Civitavecchia.
Martedì 26 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 27-12-2017 11:02

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2017-12-27 14:42:04
Sono tornati i barbari.
2017-12-27 14:15:05
La cattiveria gratuita.
2017-12-27 12:01:07
Bisogna capire che chi è capace di tale atrocità non si ferma davanti a nulla. Bisogna punire aspramente fermare queste persone che non sono degne neanche di essere chiamate persone.
2017-12-27 17:09:51
Infatti non lo sono affatto, sono semplicemente dei criminali peggiori di altre categorie che non sto a citare, maledetti vigliacchi che agiscono sicuramente in gruppi formati da altri delinquenti per pura cattiveria o forse, per loro, divertimento selvaggio!spero che il Signore Iddio vi punisca nel peggiore dei modi, cosi come avete fatto con quella povera bestiola!
2017-12-27 11:52:33
Telecamere (nascoste) ovunque, e pene molto severe: tutti i serial killer si sono dilettati nell'uccidere e torturare animali, è un sintomo di antisocialità gravissimo, da non prendere sotto gamba e punire in modo esemplare.
11
  • 961
QUICKMAP