Una chiesa, e almeno tre Vittorie

di Fabio Isman
La chiesa di Santa Maria della Vittoria, in via XX Settembre quasi a Santa Susanna, reca l'eco e le testimonianze di tanti successi, e non di uno solo. Il primo risale a quando nacque, tra il 1608 e il 1620, intitolata a San Paolo: i Carmelitani scalzi affrontano l'impresa, per edificare anche il loro noviziato, pur sapendo che non hanno fondi sufficienti. La intraprendono ugualmente, e ne incaricano Cesare Maderno, cui si deve, ad esempio, anche la facciata di San Pietro. Ma, scavando per edificarla, trovano una scultura lunga quasi...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 13 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 11:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP