“Chi esce con me?”, quegli appelli social così tristi

di Marco Pasqua
Migliaia li seguono su Twitter, poi “chi esce con me stasera?”
@iPat_Pd

Quel genio pop di Carlo Verdone, in “Un sacco bello”, aveva raccontato, tra gli altri, il personaggio dell’aspirante vacanziere che, a Ferragosto, dopo essere rimasto solo, cercava disperatamente dei compagni di viaggio. E così, in una delle scene cult, Enzo sfogliava la sua rubrica telefonica a caccia di potenziali amici, accontentandosi di cercare conoscenti o persino persone con cui aveva anche solo scambiato qualche parola mentre era in fila per la visita militare. Quasi 40 anni dopo, la versione social e teen di Enzo si ritrova su Instagram o Twitter a pubblicare “storie” o tweet che sembrano usciti da quella pellicola: «Chi esce con me stasera?», oppure «Sono a piazza Euclide, qualcuno in zona per una birra?».

Solo che, in questo caso, gli appelli vengono condivisi da ragazzi tutt’altro che soli e che, anzi, possono contare su migliaia di seguaci (ma solo virtuali). Per i giovani, un modo per nulla “sfigato” di socializzare, che ricorda un po’ quello delle chat di incontri (un tempo considerate ricettacoli di single non proprio piacenti, oggi un terreno cool per conquiste da esibire sui social). E viene da chiedersi, però, perché questi ragazzi (talvolta ragazze), non preferiscano ricorrere alla rubrica telefonica, come Enzo, per contattare qualcuno in carne ed ossa, con un invito mirato. «No, quello è da sfigati – risponde convinto uno degli amanti di queste uscite – e potrebbe venire frainteso. Se scrivo a tutti, invece, magari sono fortunato e “rimorchio” pure».

marco.pasqua@ilmessaggero.it
Lunedì 8 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 00:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-01-08 06:02:20
A quale squallore siamo arrivati.....
1
  • 33
QUICKMAP