Grotte Celoni e la discarica del venerdì

di Mauro Evangelisti
Maiale a Roma mentre rovista
tra i rifiuti ed é subito 
#BlackMirror all’italiana. Regia? Boh.

@caspiter1na

Nella serie di successo, a volte ripetitiva ma ricca di colpi di scena e dialoghi fantasiosi, “I rifiuti a Roma” c’è una piccola storia laterale, uno spin off, di cui quasi nessuno si occupa vista la difficoltà di seguire l’intricatissima trama principale. Così, alcuni abitanti di Grotte Celoni, VI Municipio, faticano a farsi ascoltare quando avvertono che un’area in cui si svolge un mercato e c’è anche l’entrata di una scuola elementare viene usata ogni venerdì come centro di smistamento dei rifiuti dall’Ama, con decine di camioncini che portano spazzatura ai mezzi più grandi. Questo scambio di rifiuti provoca disagi nel quartiere, tanto più che la zona è frequentata al venerdì mattina da chi va al mercato o a scuola. Un comitato di quartiere (quello di Villaggio Breda) oltre un anno fa ha segnalato il caso al Municipio e all’Ufficio igiene, ci sono state ispezioni, relazioni, ma di fatto nulla è cambiato. Racconta un’abitante: «Ormai è una condanna, ogni venerdì l’area diventa un centro di smistamento dei rifiuti. Durante l’orario scolastico o il mercato il disagio è incredibile, tra cattivo odore e rifiuti che spesso restano a terra per errori nella fase di passaggio». Il problema è che in una serie sempre più drammatica sulla gestione della spazzatura, tra promesse non mantenute e annunci di impianti in costruzione frutto della fantasia di chi scrive i dialoghi, personaggi del passato che ritornano come il maiale tra i rifiuti, le piccole storie laterali come quelle di Grotte Celoni, rischiano di non fare ascolti.
Sabato 13 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP