Roma, chiude dopo 120 anni lo storico negozio di calzature Palmi

Migliaia di romani hanno comprato le scarpe da lui. Ma ora è proprio Roma a fargli le scarpe. Venerdì, infatti, è l'ultimo giorno di apertura per lo storico negozio di calzature Palmi che dopo 120 anni di attività abbasserà le saracinesche di via Milano per l'ultima volta. 

Il motivo? La Banca d'italia, proprietaria delle mura, ha rescisso il contratto d'affitto per dar spazio a un nuovo progetto: il museo della moneta. Eppure anche nel piccolo negozio prima del Traforo di storia ne è passata tanta: politici, manager, personaggi del mondo dello spettacolo erano soliti acquistare da lui le calzature da uomo e da donna. Come Clio Napolitano, una delle clienti più affezionate.

Da oltre quarant'anni la bottega è gestita da Carmine Manzo, che entrò a negozio come dipendente, poi direttore, fino a rilevarlo definitivamente. E in queste ore gli piange il cuore. «E pensare che nel 2009 - ricorda mostrando il certificato - il Comune di Roma ci aveva riconosciuto come bottega storica della Capitale». Ma neanche la certificazione è servita a tutelarlo. Il titolare ha fatto ricorso ma ha perso. «La Banca d'Italia - racconta Manzo - ha cercato di aiutarmi a trovare altre collocazioni ma senza fortuna. Dal Comune, invece, niente»
Venerdì 28 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 12:20

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 28
QUICKMAP