20 maggio 1945 A Regina Coeli esplode la rivolta dei detenuti

di Enrico Gregori
A Roma, nel carcere di Regina Coeli esplode la rivolta dei detenuti comuni che chiedono l’amnistia. E’ repressa dall’intervento dei carabinieri che fanno uso delle armi da fuoco e provvedono, il giorno successivo, al trasferimento in altri istituti di pena dei rivoltosi. 

Il carcere di Regina Coeli (Casa circondariale di Roma Regina Coeli) è il principale e più noto carcere di Roma ed è, amministrativamente, la casa circondariale della capitale italiana. Ubicato nel rione Trastevere, al numero 29 di via della Lungara, è dislocato in un complesso edilizio risalente al 1654 ed in precedenza sede di convento; nel 1881 fu convertito all'uso attuale. Recepì il nome della struttura religiosa, che era appunto dedicata a Maria, Regina coeli.
Via della Lungara si trova a un livello di circa tre metri inferiore al piano stradale del Lungotevere della Farnesina, ragion per cui, per raggiungere il carcere, bisogna scendere da un livello superiore. Per entrare nell'edificio bisogna salire tre scalini: sono quelli che, secondo la tradizione citata, danno la patente di romano soltanto a chi li ha oltrepassati.
Sabato 20 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 01:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP