Fiumicino, manuale per raggiungere l'aeroporto senza stress

di Mauro Evangelisti
I voli sono stati prenotati, ma a Fiumicino come andiamo? Ecco, questa è la fatidica domanda prima di ogni viaggio, seguita dal panico per lo spettro dei contrattempi che  potrebbero farci arrivare tardi e dal timore di pagare più il trasferimento al Leonardo Da Vinci del biglietto aereo.

In realtà ci sono molteplici alternative, anche molto economiche. L’ultima, una vera novità per Fiumicino, è il car sharing, che ora offre con due diverse compagnie questa possibilità. Ci sono quaranta stalli per le Fiat 500 di Enjoy e le Smart Fortwo di Car2go nel parcheggio Breve Sosta de Terminal 1 e, come succede normalmente, tutto si fa grazie alle rispettive app. Altra opzione, è quella dei numerosi parcheggi che esistono a Fiumicino e dintorni. Quelli gestiti direttamente da Adr hanno diverse fasce di prezzo: il più economico è il lunga sosta con 1.700 posti auto coperti da pannelli fotovoltaici e  con 2.000 posti scoperti (costano ancora meno). Spiegano ad Adr: «Entrambi sono collegati ai Terminal da un servizio navetta, che passa con una frequenza di 5 minuti». Il segreto comunque è sfruttare le offerte on line prenotando per tempo (si può usare anche la app Rome Airports). La gamma dei parcheggi dentro l'aeroporto (riconoscibili con il marchio Easy Parking) prevede anche soluzioni più rapide: «I parcheggi Terminal A-B-C-D offrono oltre 3.500 posti auto interamente coperti a pochi minuti dai check-in, raggiungibili grazie ai tapis roulant. Ogni livello è dotato di indicatori led che mostrano il numero di posti liberi e in ogni stallo è presente un segnaposto che permette di ritrovare l'auto in pochi istanti». Ci sono anche 70 aree per le moto, mentre chi è di fretta e meno attento al portafoglio può utilizzare la formula Car Valet, grazie al quale si lascia la macchina direttamente all’operatore di fronte al terminal delle partenze.

Se invece  trovo un’anima santa che mi accompagna? Va usata l’area di sosta rapida gratuita Kiss&Go: dal momento dell’accesso si hanno a disposizione 15 minuti per baci e abbracci.

Altra opzione da non sottovalutare, visto che ci consente di evitare il traffico, è quella dei treni: Fiumicino è tra gli aeroporti che possono vantare una stazione adiacente ai terminal, grazie al Leonardo express in 32 minuti si raggiunge stazione Termini (14 euro), con il regionale Fl1 (8 euro) numerose stazioni strategiche come Trastevere, Ostiense e Tiburtina. «Inoltre - sottolineano ad Adr - quattro treni ad Alta Velocità, due in arrivo e due in partenza, collegano quotidianamente l'aeroporto Leonardo da Vinci con le città di Roma, Firenze, Bologna, Padova e Venezia, senza dover effettuare cambi intermedi».

Infine, oltre ai taxi (tariffa fissa per i collegamenti all'interno delle Mura Aureliane) ci sono anche i bus, all'esterno del terminal arrivi, gestiti da varie compagnie (Cotral, Sit Bus Shittle, Tam, Terravision e Atral Schiattini).
Giovedì 27 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:14

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2017-07-28 09:31:55
Io ho sempre trovato comodi e convenienti i parcheggi nei dintorni dell'aeroporto tipo parkingo ed altri.....
2017-07-28 07:38:04
apriap, io utilizzo spesso il treno FL1 e mi trovo benissimo. Certo, evito gli orari di punta mattutini, qui si che diventa improponibile! Raramente mi capita di dover andare a FCO la mattina presto, in questo caso evito il treno. Altrimenti è perfetto, ho sempre viaggiato seduto e rilassato.
2017-07-28 10:21:40
Ho preso quel treno tutti i giorni per 11 anni, visto che non guido, quindi parlo con cognizione di causa. E' chiaro che se lo prendi alle 11 di mattina stai bello comodo, tuttavia non sempre sei padrone dei tuoi orari. Dal 2002 (che andava ancora benino) al 2013 ho passato un inferno di cui ho ricca documentazione fotografica che mi spiace non poter condividere. Aggiungo vetture luride, scassate, stracolme e spesso non condizionate... Davvero ho "soccorso" pi√Ļ di un turista sconcertato. Se il servizio √® migliorato sono contenta, bench√© la mia esperienza sia quella che √®.
2017-07-30 09:41:00
La linea Fr1 (o Fl1 che dir si voglia) la uso dal 1994 che era praticamente un embrione rispetto al servizio di oggi;i treni erano ogni 20 minuti invece che 15 ed il servizio era limitato a Monterotondo ed in una fase si doveva cambiare treno a Roma Tiburtina, non vi racconto le corse! Dal 1999 ci sono i TAF e la frequenza è aumentata, io ho il vantaggio di prenderlo la mattina presto al capolinea di Poggio Mirteto Scalo e la sera appena partito a Fiera di Roma; non è sempre stato così ed anche in altre fermate non ho mai trovato situazioni di vero disagio a parte naturalmente in caso di ritardi, cancellazioni o scioperi. Tantissimo è stato fatto e tanto resta da fare naturalmente, ma trovo il servizio insostituibile per me (con la macchina i costi e lo stress del traffico sarebbero insostenibili), da 0 a 10 mi sento di dare un bel 8 pieno; il bilancio in 23 anni di utilizzo è sicuramente positivo!
2017-07-28 03:44:19
Io ho un metodo migliore, che in 41 anni di voli domestici e internazionali non e' mai fallito. O mi faccio accompagnare o con mezzi pubblici mi reco a un motel vicino all'aereoporto il giorno prima di partire, assicurandomi che il motel scelto abbia un servizio di shuttle (pulmino) per portare i clienti all'aereoporto. Mi faccio una bella dormita al motel, senza dovermi preoccupare del traffico o di qualche sciopero a gatto selvaggio dei mezzi pubblici, mi alzo, faccio colazione, e un paio d'ore prima della partenza mi faccio accompagnare all'aereoporto dal personale del motel. Costera' un pochino di piu', ma perdere un aereo a causa di un ingorgo o di una bucatura costa molto di piu'. E se il volo perso e' solo il primo in un viaggio che richiede diversi scali e coincidenze, sono davvero dolori.
7
  • 436
QUICKMAP