A La7 Purgatori si prende il mercoledì di Giletti

Andrea Purgatori
di Marco Castoro
Se ti chiami Atlantide sei inevitabilmente destinato ai ribaltamenti. E così è stato anche questa volta. Il programma prodotto da La7, in onda il mercoledì in prima serata per 8 puntate da domani, ha subito uno stravolgimento del canovaccio. Con l'arrivo di Andrea Purgatori anche una testata storica è stata rivoluzionata. Niente più studi televisivi («ce ne sono troppi in giro» sentenzia il conduttore-autore), ma tutto girato in esterno. Ospiti compresi. E suoi luoghi teatro del racconto. 

Si comincia con John & Jackie: I Kennedy segreti, puntata che vede Purgatori in cima al colonnato dell'Altare della Patria, luogo in cui Jfk fu accolto da un bagno di folla. Ospiti Furio Colombo e Jas Gawronski, storici delle vicende di John e Jacqueline Kennedy. Oltre al racconto e alla ricostruzione dei momenti e dei particolari che scrissero la storia, dal fucile che ha sparato ai documenti secretati, ci sono due documentari internazionali, fondamentali per approfondire il tema delle puntate. Si procede, dunque, su un doppio binario: immagini documentate che attestano le testimonianze e l'inchiesta-ricostruzione che vede Purgatori scavare alla ricerca della verità. 

Il progetto è ricco di buoni propositi, ma la sfida degli ascolti - seppure stimolante - è nello stesso tempo proibitiva. Al mercoledì ci sono trasmissioni che hanno il loro pubblico incollato davanti al video, come Montalbano e Chi l'ha visto?, ma Purgatori - che nel palinsesto ha preso il posto assegnato in un primo tempo a Massimo Giletti - ha un obiettivo: rieducare il pubblico televisivo, soprattutto quello che negli ultimi anni ha smarrito la via del conoscere. Per La7 si tratta dell'ennesima scommessa che potrebbe anche risultare vincente. Con un 4% si brinda. Non sarà facile ma il momento è positivo e provare a sfruttare l'onda lunga dei buoni ascolti di questo mese è un dovere.

Nelle prossime puntate Atlantide parlerà della Terza Guerra Mondiale con la minaccia nucleare della Corea del Nord, di terrorismo, delle trasformazioni della terra col racconto degli astronauti che mostrano i cambiamenti percepiti in orbita confrontando le foto attuali con quelle delle missioni Apollo.
    
Mercoledì 15 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 00:20

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 247
QUICKMAP