Conduzioni Rai, la strada è tutta tinta di rosa

Elenora Daniele, Caterina Balivo, Francesca Fialdini e Elisa Isoardi
di Marco Castoro
Ha ragione Carlo Conti quando afferma che in Rai negli ultimi anni si è fatta una politica che ha investito più sulle conduttrici che sui conduttori. Si è permesso alle donne di usufruire di spazi quotidiani per crescere, tipo quelli del mattino, appuntamenti fondamentali per fare esperienza, perché ti insegnano a improvvisare, a superare imprevisti, ad affrontare più argomenti. Unomattina è una grande palestra, così come La Vita in diretta, Storie Italiane e gli altri programmi contenitori.

Ed eccole le quote rosa di Viale Mazzini che hanno conquistato il pubblico a casa. Eleonora Daniele in pole position, sta pedalando come nessun’altra, correndo da una trasmissione all’altra. Caterina Balivo, ormai pronta a prendersi con Detto Fatto il primo pomeriggio di Raiuno. Elisa Isoardi in crescita costante. Ha fatto il 17% parlando di zucchine, è un volto che piace molto al pubblico. Francesca Fialdini ha fatto dei passi da gigante: passa dalla cronaca agli spettacoli con facilità, disinvoltura e naturalezza. Sono tutte donne in prima fila, pronte ad affiancare icone tipo Milly Carlucci e Antonella Clerici. Senza contare il fatto che ormai sono mature per l’appuntamento quotidiano anche Ingrid Muccitelli e Mia Ceran. Quest’ultima però rischia di perdere la retta via continuando a fare programmi con i comici.

Sono cresciute bene quest’anno pure Benedetta Rinaldi, Camila Raznovich, Andrea Delogu e Vira Carbone. Per non parlare dell’autentica rivelazione del 2017: Serena Rossi, che oltre a recitare, cantare e ballare ha dimostrato di saper condurre programmi tv. Una showgirl di talento. Poi, seppure quest’anno non abbiano avuto molta fortuna, ci sono sempre Cristina Parodi e Paola Perego. Un programma per loro c’è sempre.

E gli uomini? Tolti Carlo Conti, Amadeus e Fabrizio Frizzi chi c’è dietro? Non è facile individuarne uno in grado di ereditarne il microfono. Marco Liorni è collaudato e promette bene. Salvo Sottile, Tiberio Timperi, Giancarlo Magalli sono un usato sicuro ma a volte sembra siano tenuti ai margini della scena. Meglio comunque di Federico Russo, la cui conduzione non giova particolarmente agli ascolti. Stesso discorso per Alessandro Greco, Neri Marcorè, Flavio Insinna, Luca e Paolo.

L’ex sesso forte riesce ancora a tenere banco nei talk. Ma a La7 e Mediaset, non certo alla Rai perché in conduzione troviamo Bianca Berlinguer e Annalisa Bruchi. A reggere la bandiera è rimasto il decano Bruno Vespa. Duilio Giammaria ci sta provando, ma vista l’ora in cui è andato in onda Petrolio, all’ex Tg1 non resta che vedersela con Gigi Marzullo. A chiudere il cerchio le conduzioni dei tiggì: anche qui la maggioranza è rosa.
Venerdì 29 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 21:14

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 8
QUICKMAP