I giovani fanno le Iene per assaltare la tv dei soliti noti

Nicolò De Devitiis
di Marco Castoro
I giovani in tv non hanno vita facile. Né col telecomando né in video. Protagonisti degli ascolti e dei programmi infatti sono sempre le generazioni più mature. Gli under invece spopolano sul web. Tuttavia di trentenni che stanno cercando di farsi strada se ne cominciano a vedere. E non solo all’orizzonte, anche in prima linea. Alessandro Cattelan, Alessandro Antinelli, Francesca Barra, Elisabetta Gregoraci, Tommaso Labate li vediamo da qualche anno al punto che ormai si possono definire conduttori e opinionisti consolidati. Poi ci sono Diletta Leotta, Giorgia Rossi, Giulia Innocenzi e Lodovica Comello che si sono guadagnate un posto al sole, sia in video sia sui social (Leotta e Comello spopolano tra i followers). Molti like anche per Gemma Favia, la conduttrice del Caffè di Raiuno e delle previsioni del meteo su Rainews.

Tra gli attori di fiction Lino Guanciale ha stregato tutti. Vanno fortissimo anche Pio e Amedeo che dopo il successo con Emigratis hanno un programma importante su Rtl 102.5. Per non parlare di Jake La Furia, il rapper che canta e fa cantare, Gigi e Ross con il loro drappello di Sbandati, da Costantino della Gherardesca a Ildo Damiano, Velia Lalli, Filippo Giardina, Alessandro Di Sarno, Giulia Salemi, Matteo Bordone, Fabio De Vivo, Andrea Panciroli.

E le Iene? Come dimenticarle. Ai più esperti Nadia Toffa, Pablo Trincia e Dino Giarrusso si è aggiunto un volto emergente come Nicolò De Devitiis. Addirittura 27enne, social (nato come bikeblogger su Instagram, @_divanoletto) e su SkySport con il Karaoke Deejay in auto. Con la giusta faccia tosta per arrivare a Le Iene Show come inviato e, poi, al fianco di Diletta Leotta a Goal Deejay.

Nell'ultima stagione delle Iene, invece, con un suo servizio sui biglietti introvabili dei Coldplay ha dato il via all'indagine-shock sul secondary ticketing. Inoltre, è stato l'unico a intervistare l'arbitro Nicola Rizzoli dopo il discusso match Juve-Inter. Ha poi consegnato una laurea speciale a Giorgio Chiellini per i suoi falli in campo e raggiunto recentemente Daniele De Rossi per la frase "incriminata" rivolta ai laziali durante l'ultimo derby.

Tra gli under 25 invece ci sono i protagonisti di Kudos, il nuovo programma di Rai4 tutto dedicato all’universo giovanile e ai social.
Lunedì 15 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 21:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-05-16 14:20:00
Le iene sono tra le principali cause dell'imbarbarimento della nostra società perchè facendo vedere il marcio (spesso inventato con evidenti montaggi) da tutte le parti, legittimano coloro che rubano analogamente a quelli che parcheggiano in doppia fila e dicono " e allora quello....". Da mani pulite in poi la corruzione è aumentata proprio per l'enorme esposizione mediatica di fatti DA NON IMITARE ma che ottengono lo scopo di creare emulazione proprio per quel processo psicologico tipicamente italiano che porta a giustificare la propria azione scorretta attraverso l'individuazione di qualcun'altro che ha fatto uguale o peggio. In Italia In Italia mancano le trasmissioni che ripetono continuamente come vengono puniti i colpevoli e per questo la percezione di impunità è altissima.
2017-05-17 14:05:59
Le cause di ciò che scrive non possono essere addossate alla trasmissione "Le Iene" e simili bensì alle leggi sempre più garantiste che sono state approvate dai vari governi ladri che si sono avvicendati fino ad oggi!!!!
2
  • 130
QUICKMAP