«Tutti i cigni sono della Regina»: bimba le scrive per averne uno e riceve la risposta da Buckingham Palace

di Federica Macagnone
«Mamma, chiediamo il permesso alla Regina d'Inghilterra: scriviamo subito, così ci risponde per il fine settimana e magari potremo avere un cigno anche noi, magari ce ne presta uno». Non sempre la sconfinata fiducia dei bambini nei confronti della vita viene delusa. Lyndsay Simpson, una bimba di 5 anni di Petersfield, cittadina dell'Hampshire, in Gran Bretagna, ha avuto davvero una risposta dalla Regina e il suo sogno si è avverato: con il beneplacito di Sua Maestà Elisabetta II potrà avere un cigno tutto suo.

Lindsay, che ha sviluppato una passione fortissima per i cigni durante le passeggiate al laghetto locale The Heath, durante le quali dà regolarmente da mangiare agli animali acquatici, ha chiesto recentemente alla mamma, Jennifer Bax, di prenderne uno da portare a casa. Quando si è sentita rispondere che non era possibile perché, come tutti sanno, tutti i cigni del Regno Unito sono di proprietà della Sovrana, non si è data per vinta e ha proposto alla mamma di scrivere alla Regina per chiederle il permesso di prenderne uno nel weekend con la promessa che lo avrebbe tenuto bene nella sua vasca da bagno e lo avrebbe riportato al laghetto il lunedì successivo.

Così, armata di carta e penna, e con l'aiuto di Nick Robbins, un amico di famiglia, ha scritto subito la sua letterina indirizzandola a "The Queen - Buckingham Palace": la speranza era di ricevere una risposta positiva in tempo per il weekend. Il tutto mentre intorno a lei fioccavano affettuosi sorrisini ironici di chi già sapeva che una risposta non sarebbe arrivata mai. E invece aveva ragione lei. Proveniente da Buckingham Palace, le è arrivata una lettera con cui la Regina le diceva di sì: Lyndsay Simpson poteva avere un cigno tutto suo. Non solo: Elisabetta le svelava anche che la credenza secondo la quale la Regina fosse proprietaria di tutti i cigni del Regno era dovuta a una cattiva interpretazione di una norma formalizzata da Edoardo IV nel XV secolo. In realtà la Sovrana si avvale del suo diritto solo sui cigni di alcune zone del Tamigi. 

Nella lettera, Jennie Vine, coordinatrice della corrispondenza a nome di Sua Maestà, ringraziando Lyndsay per la sua richiesta, ha detto che la Regina aveva preso nota attentamente di alcune sue osservazioni e, per incoraggiarla nel suo amore verso i cigni, le inviava un opuscolo sulla cerimonia annuale dello Swan Upping, durante la quale i cigni del Tamigi vengono catturati e radunati per un censimento della specie e successivamente liberati. Felice per la riposta, Lyndsay avrà ora il suo cigno e potrà gettare il suo sguardo ironico sugli adulti che assistevano con scetticismo all'invio della sua lettera: la Regina le ha risposto, le favole a volte si avverano.
Domenica 3 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 22:41
  • 1,5 mila
QUICKMAP