Pornhub in Italia, ecco i video hard che cercano uomini e donne

di Maria Elena Barnabi
Il porno è un sogno. È fatto di corpi veri, di umori, di rumori, ma per l’utente finale è solo un sogno: irreale, immaginifico, amorale. E come tutte le fantasie, racconta chi siamo, cosa temiamo, cosa bramiamo, dove stiamo andando. Ecco perché Il Messaggero ha chiesto a Pornhub, che racchiude marchi come YouPorn e RedTube ed è la più grande piattaforma online di video porno con i suoi 80 milioni di visitatori al giorno, una ricerca esclusiva sui filmati hard guardati dagli italiani negli ultimi 12 mesi. I risultati? Siamo un Paese spaccato in due: a Nord feticisti e sperimentatori (i piemontesi cercano il bondage il 28% in più, mentre le friulane fanno registrare un +38% sull’anal); al Sud, tradizionalisti e machisti, tutti concentrati su “Italian”, “Milf", “Amateur”. Nel mezzo, come la virtù, ci sta il centro, che oscilla tra i due opposti. «A mettere tutti d’accordo, uomini e donne, da Nord a Sud, è la Milf, la “mother I’d like to fuck”», osserva Emmanuele A. Jannini, ordinario di sessuologia medica all’Università di Tor Vergata. «Il prototipo della mamma piacente è rassicurante per gli uomini perché è una donna che conosce il proprio corpo e ha l’accoglienza della madre. Ma anche sulle femmine ha un effetto antiansia: alla giovane, la Milf dice che nel futuro sarà ancora piacente. Alla spettatrice più grande suggerisce che è assolutamente ok avere una sana vita sessuale».
 
 


Un paese spaccato 
L’analisi di Pornhub per Il Messaggero ha messo in evidenza, oltre ai dati assoluti, la categoria che viene cercata di più rispetto alle ricerche nelle altre regioni. Questo dato può, ragionevolmente, portare a pensare alla presenza di una certa predilezione per taluno o talaltro tema. Nel Nord, gli le donne e gli uomini italiani amano guardare il porno del “famolo strano”: le venete sono incuriosite dal bondage (lo cercano il 17% in più rispetto alle altre), le emiliane dall’hentai, ovvero i manga porno (+21%), le piemontesi dal “Creampie”, cioè i video in cui l’eiaculazione avviene all’interno della vagina o dell’ano (+19%). I lombardi cercano “Ebony” il 17% in più (ma questo risultato potrebbe anche scaturire dall’alta presenza di immigrati africani), i liguri vanno più sull’anal (+24%). C’è poi un inspiegabile +156% della categoria “Korean” in Trentino Alto Adige. Esiste un’enclave coreana in questa Regione? Al Sud le ricerche sono più tradizionali: tornano spesso i video “Italian” (forse qui la conoscenza dell’inglese è meno diffusa che al Nord), e quelli “Mature” e “Milf”. Saltano all’occhio i calabresi e i siciliani: cercano il 23% in più di “Big Dick" e il 24% in più di “Gangbang”. È ipotizzabile una cultura più machista, ma il rischio di generalizzazioni stereotipate è davvero alto. Quindi non diciamolo.

Cosa cercano le donne 
Le ricerche delle italiane rappresentano i due poli classici dell’immaginario erotico femminile: le più cliccate sono le categorie rassicuranti (“Lesbian", “Mature”, “Milf", “Pussy Licking”, “Female friendly”). In nessuna di queste c’è la penetrazione. «È evidente che l’omosessualità è molto presente nelle fantasie delle nostre connazionali», spiega Roberta Rossi, psicoterapeuta dell’Istituto di sessuologia Clinica di Roma. «Ma è un dato in linea con quello mondiale: le donne hanno una fantasia più libera». Pornhub inoltre non ha una sezione dedicata alle lesbiche (mentre ne ha una solo per maschi gay) e quindi è probabile che qui confluiscano anche le ricerche delle donne omosessuali. Esiste poi un secondo gruppo di fantasie, più “robuste”: “Big Dick", “Gangbang”, “Bondage”, “Rough Sex”, che raccontano il desiderio di essere oggetto, completamente deresponsabilizzato, di un uomo. Ovviamente bisogna dirlo, soprattutto in questi giorni in cui il dibattito sulla violenza sulle donne è acceso: qui si sta parlando di fantasie e di immaginario erotico, non di realtà. 

Cosa cercano gli uomini 
Sarà perché la pornografia è fatta a uso e consumo soprattutto degli uomini, ma i risultati che emergono dai clic degli italiani su Pornhub non sono poi così sorprendenti. Semplicemente, racchiudono lo spettro delle fantasie maschili: al primo posto ci sono le “Milf" e le “Mature” (da 3 anni saldamente al comando delle ricerche su Pornhub in Italia: evidentemente il maschio italiano vuole essere rassicurato), poi i trans (che incarnano la donna perfetta per chi le cerca: hanno fattezze femminili, ma non il mistero della vagina), i filmati “Big Dick” (vengono guardati con lo stesso spirito con cui si guarda Maradona giocare a calcio: per sognare), l’anal, il lesbian, il threesome… Un dato da registrare? Gli uomini cercano gli “Amateur”, quelli fatti da persone vere, l’83% in più rispetto alle donne. Perché i maschi, da sempre, vivono nell’eterno dubbio: lei sta fingendo o gode davvero? È il mistero dell’orgasmo femminile, che a differenza di quello maschile non è manifesto, e che la natura ha creato per tenere l’uomo il più possibile vicino alla donna. 
Giovedì 2 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 06-11-2017 20:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-11-08 11:58:19
Leggendo la notizia anche su Wice non ho potuto fare a meno di fare una considerazione: se cercate "pornhub" su Google dalla maggior parte delle reti italiane il primo risultato è it.pornhub.com che rimanda ad una versione del sito più "italianizzata" dove vengono indicizzati tantissimi video dal titolo italiano (ma che poi magari italiani non sono). Questo fa si che molti dei click avvengano proprio su questo genere di video dato che l'utente li trova prima di molti altri: questa secondo me è la spiegazione del perché sembriamo così nazionalisti nella ricerca del porno. Saluti
2017-11-05 16:20:08
please, hanno sbagliato nome, sarebbe piu opportuno rinomarlo... "CORNACLUB".
2017-11-02 18:59:15
Secondo me, tutto ciò stride un tantino con la realtà !
2017-11-02 17:22:58
"...un sogno: irreale, immaginifico, amorale...". Possiamo discutere su tutti i risvolti, sociali, socio-economici, psicologici...possiamo anche sorriderci...ma questa "amoralità" per favore, risparmiamocela. Ci sono alternate cose amorali sulle quali non c'è quasi mai un'accento così "pregiudiziale". Please...
2017-11-02 16:45:16
GAYALLTHEWAY.....
8
  • 1,9 mila
QUICKMAP