Francia, la Guida Michelin assegna per sbaglio una stella: il ristorantino è invaso dai clienti

Il riconoscimento della guida era destinato ad un locale omonimo
di Rachele Grandinetti
Considerato il momento storico, è proprio il caso di dire che a queste persone è stato fatto un regalo a loro insaputa. Il café francese Bouche à Oreille di Bourges, infatti, ha ricevuto per sbaglio una stella Michelin. Parliamo di un ristorantino che conta su una clientela abbastanza abituale che pranza su tovaglie di plastica, beve il vino locale alla spina e non spende più di dieci, dodici euro per un pasto. Perciò, quando i proprietari hanno visto il telefono farsi rosso per le prenotazioni non riuscivano a capire il perché dell’improvviso interesse: «Avevamo nuovi clienti che volevano posti per tre o quattro persone, ma nello stesso tempo avevamo quelli abituali. Non c'era abbastanza spazio», ha raccontato alla stampa locale Véronique Jacquet, a capo del café.

Chissà cosa avranno pensato i clienti varcando la soglia della modesta brasserie. È probabile che non abbiano fiatato perché la Michelin è un po’ la Bibbia dei gourmand, e quindi non si discute: si segue. In realtà, quella stella era destinata all’omonimo ristorante di Boutervilliers (circa 200 chilometri più a nord) gestito dallo chef Aymeric Dreux che propone una degustazione a 50 euro. L’errore, in realtà, è comparso soltanto sul sito e non sulla guida stampata. È stato quasi subito corretto ma non abbastanza in tempo per fermare chi già aveva annotato indirizzo e numero di telefono per non lasciarsi sfuggire una tavola stellata. Le Parisien riporta che il team Michelin si è scusato con entrambi i locali per la svista. Intanto, il malinteso per il Bouche à Oreille “sbagliato” è valso un bel po’ di pubblicità. 
Mercoledì 22 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: 13:10

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-02-22 19:10:27
a dimostrazione che le stelle michelin sarebbero da abolire in quanto vanno contro i principi basilari dell'umanità. Il cibo visto come arte è fuori luogo e mancnaza di rispetto per tutti quei paesi dove la gente si muore di fame. io li vi manderei Cracco, Cavanacciuolo, insomma tutti quei personaggi che conducono quei programmi ridicoli, dove buttano nell'immondizia cibi perchè non di loro gusto.
2017-02-22 15:00:00
a Grillo gliene hanno aggiunte 5 .. cose che capitano ..
2
  • 1,3 mila
QUICKMAP