TripAdvisor, nuovo servizio: ecco le strutture dove sono avvenuti stupri

Il portale pubblica un messaggio nelle pagine sospette per informare i viaggiatori
di Rachele Grandinetti
TripAdvisor inaugura una nuova epoca in fatto di trasparenza e si impegna a fornire un servizio in più in materia di sicurezza. La scelta, in realtà, nasce da un precedente dal momento che il portale di viaggi ha dovuto rendere pubbliche le scuse nei confronti di Kristie Love, 35enne di Dallas, per aver cancellato la sua recensione in cui - nel 2010 - raccontava di aver subito uno stupro da parte di un agente del Resort Paraiso Maya (Messico). Tripadvisor si è difeso sostenendo che il commento è stato rimosso per il linguaggio inappropriato e non per il contenuto. Da qui, però, lo spunto ai piani alti per rivedere la policy e fornire agli utenti un plus.

Secondo quanto riporta il New York Times, la nuova mossa prevede una segnalazione volta a dare al viaggiatore un’informazione più completa sul posto dove andrà ad alloggiare pubblicando, eventualmente, questo messaggio sulla pagina della struttura sospetta: «TripAdvisor è venuto a conoscenza di recenti eventi o notizie diffuse dai media riguardanti questa struttura che potrebbero non essere riportate nelle recensioni di questo profilo. Pertanto, ti consigliamo di cercare ulteriori informazioni su questa struttura se stai organizzando un viaggio». Un portavoce del sito, Kevin Carter, ha dato qualche dettaglio in più: «Questi bollini rimarranno sul sito per tre mesi. Ma se il problema persiste, potranno durare più a lungo. Ovviamente non sono pensati per essere “punitivi” nei confronti delle strutture, ma informativi. Vogliamo che i consumatori vedano recensioni positive e negative del luogo che stanno valutando».
Giovedì 9 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 11-11-2017 12:35

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP