Romaccessibile

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E i turisti, che rappresentano una delle pochissime voci positive dell'economia romana, come dovrebbero muoversi in una città in cui il trasporto pubblico è in ginocchio? Già noi romani sui mezzi Atac viaggiamo stipati peggio che sui carri bestiame, ora dovremmo far posto anche ai milioni di visitatori che grazie al cielo ancora arrivano nella nostra città nonostante la pessima accoglienza? I J-bus nel Duemila furono un esempio clamoroso di disservizio e disorganizzazione, con i visitatori costretti a spostarsi su autobus fantasma che passavano ogni morte di papa, stracolmi e del tutto inaffidabili. Non capisco poi cosa abbia di diverso il pullman della fotografia (per di più palesemente photoshoppata) rispetto alle flotte di open bus che girano per la città e che non vengono mai chiamati in causa dai politici e giornalisti che tanto si accaniscono contro i pullman turistici. Abbiamo giustamente preteso che per entrare in città i pullman debbano essere nuovi e non inquinanti (sono tutti Euro5 e Euro6, altro che la flotta Atac e gli open bus!); per di più pagano all'amministrazione capitolina salatissimi permessi di accesso, il cui ricavo era stato promesso sarebbe stato investito per migliorare il trasporto pubblico per i romani (hahaha). Il turismo non è fatto solamente di aitanti turisti zaino in spalla, ma soprattutto di persone anziane, parzialmente disabili. A Roma d'estate fanno 40 gradi, davvero pretendiamo che vadano a piedi da San Pietro a San Giovanni?
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 75 commenti
con 73 commenti
con 69 commenti
con 64 commenti
con 60 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP