apriap

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Eccolo, che ci spera sempre... Bimbi cafoni? Genitori maleducati? Devono essere di importazione, chiaro! Perché noi siamo la perfezione incarnata! Ma vai via, vai.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Esatto: puntualizzazione inutile. Romani, borgatari, oriundi sempre maleducati sono, loro e i genitori.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Un paese corrotto e mal gestito non trae vantaggio dalla morte altrui. Questi 35 morti non porteranno alcun beneficio a nessuno, né ai tuoi bimbi malati, né alle nostre tasse. Semplicemente, siamo diventati un popolo arido che, di fronte a decine di morti, commenta "vabbè, e allora?". Se non ti accorgi di quanto questo sia triste, tu hai toccato il fondo e l'Italia sta affondando con te.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Finalmente qualcuno lo dice, i leggings non sono pantaloni. E sembra che usciate senza la parte di sotto del vestito. Ciò detto... che linguaggio, ragazzi, ora salta fuori anche il "typo"! Mah.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi sentirei un verme a pagare col Bancomat un caffè, le commissioni si berrebbero tutta la tazzina. E non pensiamo che negli paesi europei ed extraeuropei facciano i salti di gioia se paghiamo piccole cifre con la carta: vedo sempre più spesso cartelli che richiedono un importo minimo per accettarla, mai inferiore ai 5 dollari/sterline/euro, spesso molto più alto. Se scatta questo obbligo, mi aspetto consistenti aumenti dei prezzi per compensare le commissioni, che esistono e sono esagerate, inutile nasconderselo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Maurizio, ma tu in città come ti muovi? Natiche incollate al sedile dell'auto o niente? E calati nel mondo reale! Io non guido e sui mezzi ci campo, fanno stra-schifo ma non è impossibile usarli! Almeno al Tritone...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non è "un negozio", bensì il ritorno di uno dei grandi magazzini più storici di Roma, forse il "più" storico, soppiantato undici anni fa dal solito marchio generalista tra quelli che hanno invaso le città. Avevo pena per quella cuccia da cani che avevano rimediato sotto la galleria Sordi al posto della vecchia, bella sede. Sono contenta che la Rinascente sia tornata, darà un po' di vita a Via del Tritone, da anni una strada spenta e intristita.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Oh signore... sono decenni che si dice "obliterare". La parola è brutta, ne convengo, tuttavia non mi sembra il caso di fare una tragedia. Almeno è corretta. Mi scaglierei piuttosto sulle "porte allarmate".
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Già dieci anni. Da quando entrò nel Palalottomatica accompagnato dalle note di quella stupendissima canzone di Ligabue che è "una vita da mediano". Andate a leggervi il testo di quella canzone meravigliosa... capirete perché è andato tutto storto. Mi sono sempre chiesta che fine abbia fatto il pollo che l'ha scelta!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
"Quasi inesistenti marciapiedi"... Guardate che Via del Tritone (su cui l'edificio insiste) ha marciapiedi normalissimi e piuttosto comodi. Tolta questa giornata di inaugurazione, non mi aspetto particolari disagi. In fondo, la vecchia, storica Rinascente era trecento metri più giù, in una posizione se possibile persino più sfigata. E subito a drammatizzare... sono contenta che abbia riaperto, m'ero dispiaciuta che uno dei soliti supermarchi l'avesse rimpiazzata. E una cosa va detta: da sempre hanno i vetrinisti migliori di Roma!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Via Sistina è larga un metro. O la pedonalizzi, oppure hai voglia ad allargare i marciapiedi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Sigh, non capisco!! Che vuol dire "è scesa dal treno per convalidare il biglietto, come da abitudine"? Che ogni volta sale, molla bimbi e masserizie, scende, timbra e risale? Spero di no! Il biglietto si timbra prima! Se me ne dimentico non lascio il mio bimbo di un anno a bordo, piuttosto pago la multa! Un pupo di un anno non si lascia da solo in un posto come un treno, MAI e neppure per un minuto! Non capisco......
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Che laidi schifosi... più di mille bestiole morte per divertimento. Pure in trasferta, vanno! Ma che porcheria.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Hai detto bene: "chiamare subito le forze dell'ordine". Purtroppo si sentono tutti sceriffi, prima si spara, poi (forse) si chiama la polizia. Ricordo che non stavano entrando a casa sua, la sua vita non era in pericolo, quindi il panico non è una giustificazione. Inoltre, credo sia facile distinguere un operaio al lavoro da un ladro, quindi è possibile che 'sto tizio non ci veda neanche bene. E ha un arsenale in casa, vi rendete conto?!?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Si può, si può...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ridimmelo quando avrai ferito un innocente, o addirittura ammazzato qualcuno. Voi sparatutto parlate di qualcosa di cui non avete idea: vi sfido a puntare un'arma contro un essere umano e poi a raccontare com'è. Ripeto: fallo, davvero, poi vediamo se hai il coraggio di ripetere questo pistolotto.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi viene da ridere, tutti a rincorrersi, a gareggiare per chi compra più armi e più presto... Aspetto anche in Italia le prime vittime per errore, come negli USA. Guarda te se un vecchio rimbambito può tenere in casa quattro armi da fuoco, magari non ci vede neanche bene, chissà a cosa e a chi può sparare. Siete contenti? Io no.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Aiuto, mi si è alzata la glicemia... sangue del suo sangue, profumo di bambino... il frugoletto, il lenzuolino azzurro... ma si può scrivere in modo più stucchevole?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Life style, magazine, fashion victims, brandizzati, stilose, tenera vanità, limited edition, slipper. Estratto non esaustivo del linguaggio di questo articolo, che parla di gente danarosa e imbecille che compra per 250 euro scarpine che alla bimba dureranno una settimana. "Ai miei tempi" i piccoli indossavano scarpine studiate per favorire il sano sviluppo dei piedi e di gambe dritte. Adesso si bada all'"iconica suola rossa". Ma fatemi il piacere, fatemi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Credo che molti abbiano davvero equivocato: non si parla dei "sacchetti della spesa" (da molti, me compresa, brillantemente sostituiti da sporte e carrello), bensì dei sacchettini in cui si pesa la roba sfusa. Sono la prima a detestarli. Se compro, che so, una sola melanzana o un solo melone applico l'etichetta della pesata direttamente sull'articolo. Purtroppo risultano di fatto obbligatori: di quelli della cassa puoi fare a meno, di questi per la pesatura no. Non puoi neppure riciclarli, la prima etichetta che apponi li rende inutilizzabili. Anzi, l'ultima volta che ho fatto la spesa ho messo due diversi tipi di mele nello stesso sacchetto, perché di prezzo uguale. Beh, mi è stato chiesto di pesarli di nuovo separatamente! Se chiedono di pagarli, sarebbe corretto offrire anche un'alternativa.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Traduci: intendi che le preferenziali NON si fanno e basta? Se ho interpretato bene, più che tradurre mi devi spiegare cosa intendi. Taaaante auto e pochi bus ad arrancare come lumache? Beh, sorpresa, è già così comunque!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Quanto alzerebbe il comune di Roma se multasse tutti i divieti di sosta di Viale Libia? Lì la corsia preferenziale c'è, ma è l'unica percorribile da qualsiasi veicolo, perché la corsia "normale" è occupata da Sant'Emerenziana al Ponte delle Valli da auto in doppia fila. Altro tempo di vita sprecato sull'autobus, che arranca a 2 all'ora. Come la vedete, una bella spazzolata radicale di tutte quelle auto ferme? Sai come scorrerebbe il traffico!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Quei "bambini innocenti rimasti menomati a vita" sono una percentuale assolutamente irrisoria, larghissimamente compensata dai milioni di vite che i vaccini hanno salvato dalla loro invenzione. E ricorda che molte di queste "vittime" sono frutto di bufale e di forzature strumentali ad una causa assurda.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
2017, Italia, morire o rischiare di morire per il tetano. La prossima cosa sarà? Rifiutare l'ingessatura e farsi steccare le fratture con assicelle e pezzi di straccio? O farsi cavare i denti scalzandoli con un coltellaccio, come si faceva dal maniscalco? Dovremmo estinguerci.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Il suo "hater". Al singolare. Uno basta e avanza.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Perché invece in famiglia... un paradiso, vero?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Capisco la singolarità dell'evento, ma c'era proprio bisogno di postare sui social la foto del proprio bimbo neonato? Che adesso dilaga anche sugli organi di informazione? 'Sta povera creatura non ha ancora detto "mamma" che è già in pasto a mezzo mondo. A me questo segno dei tempi fa proprio schifo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E io che mi lamento di quelli di sopra che spostano i mobili...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Quello che mi infastidisce è che stiamo parlando di una terribile tragedia e di due bimbi morti con sofferenza e in tenerissima età. I proclami ideologici di qualsiasi orientamento riserviamoli ad altri contesti, un pensiero a questa disgraziata famiglia sarebbe stato più che sufficiente. E questo vale sia per i proclami sull'ateismo che per gli angioletti. Riposino in pace i due bimbi e che i loro genitori ritrovino un po' di serenità, un giorno.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Sono d'accordo, al massimo si può ammettere che ha rischiato di ammazzare solo sé stessa, al contrario del tizio che, solo stamattina, guidava a velocità sostenuta digitando al cellulare...
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 237 commenti
con 132 commenti
con 122 commenti
con 75 commenti
con 72 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP