apriap

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
No, eh? Mi sa che non sono stata chiara. Il rifiuto può essere buttato sopra una crosta di ghiaccio spessa decine di metri e scomparire prigioniero dei movimenti di questa, per poi riemergere più a valle. Guarda i rifiuti sull'Everest che continuano a saltar fuori: pensi che sulla montagna più alta del mondo ci fosse un po' di ghiaccio, quando quella roba è stata buttata? Pensa ad Otzi, la mummia del Similaun, riemersa a (relativamente) bassa quota dopo essersi fatta un bel po' di rotolate dentro il ghiacciaio...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Esattamente il contrario: nel costante movimento, il ghiacciaio non compie solo uno scivolamento, piuttosto può succedere che "si arrotoli" o si contorca, seguendo anche l'andamento roccioso sottostante. Ciò che sta "sopra" può facilmente trovarsi "sotto" e poi riemergere, secondo tali movimenti o... perché si scioglie.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Con enorme rispetto per la dolorosissima vicenda, dalle foto è chiaro che la povera ragazza era obesa anche prima della gravidanza, al momento del matrimonio. Adesso venga fuori qualcuno a dire che le persone obese sono "curvy" e "sexy": sono persone che conducono uno stile di vita pericoloso per la loro salute, con conseguenze spesso invalidanti o estreme. Non normalizziamo l'obesità, è pericolosa come l'anoressia.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E magari pregate per i tanti anziani che stanno come e peggio di lui e non ricevono lo stesso trattamento. Non che pregare serva, ma può aiutare a ricordarseli.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi sa che questo "respiro d'aria calda" ti ha già fatto male, bevi molto e pezze fredde sulla fronte, dammi retta.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Eh, sì, aspetta... Sai quante volte hanno rifatto i marciapiedi di Via Veneto, che pure sono coperti da "pietroni" e scusa l'improprietà del termine? Ripeto, Via Veneto! Beh, ogni volta sono durati pochissimo, cominciando quasi subito a spaccarsi e sollevarsi. Il lavoro va fatto bene e basta, qualsiasi soluzione fallisce quando è fatta male.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Tutt'altro: in un commento che spero mi sarà pubblicato, ricordo quanto i nevai fossero generosi e coprissero tutta la Marmolada anche d'estate di una calotta candida di ghiaccio e neve, ho foto degli anni '70 che ti darebbero di questo un'idea precisa. I ghiacciai si muovono e, così facendo, catturano e fanno muovere anche gli scarti, senza contare che alcuni sono stati direttamente buttati nei crepacci. Non so come fosse la Marmolada un secolo fa, posso dirti che aspetto avesse 45 anni fa! Ed era bello assai.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi piange il cuore... Una quarantina d'anni fa ad agosto si sciava a Pian dei Fiacconi e Punta Penia sembrava l'Himalaia! Guarda che fine che sta facendo. Ci sono ghiacciai valdostani che ho visto sparire letteralmente sotto i miei occhi. E c'è chi non crede che stiamo assistendo ad un disastro. Cos'altro serve per far capire quello che sta succedendo?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi associo!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Una cosa mi fa sorridere: si riveste DOPO il cappuccino? Entra al bar seminudo e sgocciolante? Wow!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Magari via fiume sono 2 km, vattelapesca in auto.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Brutte esperienze, eh, PS? Evita di trasferirle sul prossimo, che ogni vita è diversa.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma siete sicuri che è il caldo? A Largo Valsabbia le corsie dei capolinea sono affondate molti mesi fa, creando dei veri e propri canyon che le hanno rese inutilizzabili. E' difficile persino camminare. Le transennarono d'inverno, poi vabbè, si son perse pure le transenne, ma il caldo non c'entra niente...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Patologico ma vero.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E tu come puoi essere così superficiale da trinciare giudizi senza documentarti? Per dettagli, vedi altro mio commento. Sei così orgoglioso della tua perspicacia che non ti accorgi di fare una pessima figura.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Udite udite, non è un fake. Basta guardare un po' di stampa locale (San Diego) e si scopre che la signora fa parte di quelle che sono state definite le "sentinelle dell'amore" ("sentinels to love"), ossia coloro, donne e uomini, che visitano quotidianamente un loro caro scomparso e hanno creato una vera e propria piccola comunità. La signora si chiama Jenn Budenz e ha perso il marito mentre aspettava suo figlio. In questa foto e nelle altre che ho visto sulle testate straniere vedo una disperata ricerca di consolazione, soprattutto attraverso la condivisione, e soprattutto uno scivolo pericoloso verso il lutto patologico. Oltre a questo, nulla: nessuna immagine artefatta, nessuna sceneggiata. Tutto vero. E dire che è così facile informarsi un po' meglio... Si crede ormai a tutte le bufale peggiori, poi si mette in dubbio l'unica notizia vera su mille. Boh?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Stava bene e doveva essere dimesso... Vorrei essere di conforto ai genitori che stavano per portare a casa il loro bimbo in salute. Non posso neppure immaginare come devono stare, il mio pensiero va a loro e alla loro disperazione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Sì, "romanzata" o "drammatizzata" è la parola, non è assolutamente una bufala e allo stesso tempo ci stanno ricamando sopra la guerra dei mondi. Sulla stampa anglofona ci sono spiegazioni dell'accaduto molto più realistiche ed esaustive.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ah, aggiungo per tutti coloro che non si spiegano il "decollo" del passeggino: chi come me non guida e si sposta solo e quotidianamente con i mezzi, tra guidatori folli, buche, autisti "vispi", pedoni che attraversano senza guardare ecc., rischia ogni giorno qualche volo pindarico. L'ultima volta? Sabato, quando un'auto è uscita dal parcheggio "a cappero" e il bus l'ha dovuta schivare. O qualche settimana fa, quando un'altra auto percorreva CONTROMANO la corsia preferenziale sul ponte delle valli. Che frullata, quella volta... Mi sono fatta abbastanza male.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Un altro che vive sul pianeta Papalla. Sì certamente, hai ragione tu. E comunque non sei stato così arguto, l'articolo (se l'avessi letto...) specifica chiaramente che è rumena.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Chiaramente, tutti i commentatori non hanno mai preso un pullman Cotral. Per fortuna non ne ho più bisogno, ma l'ho fatto spesso, ho qualche bella foto sul telefono che vi farei vedere, se solo potessi. I mezzi viaggiano in condizioni assurde, dei veri scassoni, è un miracolo che si tengano insieme, quella porta non doveva aprirsi e basta, qualunque comportamento abbia assunto la mamma del bimbo. Né le condizioni dei mezzi agevolano prassi come piegare e riporre il passeggino. E' già un miracolo salirci sopra, provare per credere. Soprattutto, evitate le solite rasoiate agli stranieri, ché la più stupida e imprudente mamma italiana sarebbe stata perdonata, questa donna della quale non si conoscono responsabilità viene invece insultata e accusata. Si è rischiata la vita di un bambino, è la sola cosa di cui preoccuparsi!!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E' una battuta? Se è così, non fa ridere
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma uno non si può fare un cavolo suo senza che qualcuno lo faccia diventare "virale"? Chissà in quante foto sono apparsa, magari meno tenere e più "stile Rita Pavone". Magari giro sui social e neanche lo so. A voci piace tutto questo? A me no.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Visto che parliamo della Meloni, mi pare che pure a quelli di destra le poltrone non vengano negate.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Te ne suggerisco un'altra, di motivazione: conosci le Bentley? E' come un suv Suburban che investe una Smart. Fa il trito. Dell'auto, delle cinture, degli occupanti. Che le cinture non fossero allacciate è possibile, tuttavia il dubbio non è da scartare.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Guarda che qualcuno le "ronde" se l'è già inventate, in un caso le ho anche sperimentate. Credimi, quando sei in viaggio per lavoro, stai tornando in albergo dopo cena e vieni fermata da due pezzi di marcantoni senza divise o contrassegni, due privati (e grossi) cittadini che ti chiedono chi sei e dove vai e sono le nove (le nove!) di sera, ti spieghi perché attorno vedi una specie di deserto coprifuoco e hai paura. Da donna, in una sera di buio invernale, hai paura. La città era Parma. Che desolazione.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Rispondo a te quanto ho risposto a Madeche, la mia riflessione non ha colore, né lo ha lil mio schifo. Le mie opinioni politiche non sono argomento della presente conversazione, né ispirano quanto ho scritto. Il disgusto sì.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Meno sarcasmo, la mia riflessione non ha colore politico. Coprimi di ironia, se vuoi, continuerò a pensarla allo stesso modo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E' più facile che, con un modello di fratello così, il piccoletto sia cresciuto in una bella famiglia formativa. Divento un benefattore? Ma no, va, famose 'na striscia. Ma che belle persone sono diventati gli italiani, spero di non incontrare mai nessuno di questo forum.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Quant'è bello quando i rappresentanti delle istituzioni gettano fango sulle istituzioni che rappresentano. Giustizia fai da te, violenza, brutalità estrema, a che servono polizia e magistrati... non lo dice mica l'uomo della strada, no, lo dice una deputata. Quanto siamo bravi in Italia a spalarci lo sterco addosso da soli.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 128 commenti
con 119 commenti
con 92 commenti
con 81 commenti
con 81 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP