leaina

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E commenti sul babbeo che offrirebbe un milione?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Se si metteva il burka avrebbe alzato le quotazioni.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E quale sarebbe la verità? Che secondo il protocollo non deve indossare le calze? Va bè che sono inglesi... ma probabilmente le aveva davvero, oppure se le era tolte per una smagliatura,
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Un tempo l' ufficio postale chiedeva a chi aveva la delega un certificato di esistenza in vita del pensionato, forse a scadenze annuali.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Gli ambasciatori e la UA (Unione africana) soprattutto ci dicano quali iniziative stanno intraprendendo per limitare la fuga dai loro paesi: sviluppo, diritti civili, condizione delle donne, regolazione delle nascite.... . Che si facciano un po' vivi su questi argomenti. Siamo tutt' orecchi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
i famosi 35 euri di cui tanto parlate voi cattivisti sono quelli che l'unione europea da ai centri di accoglienza. Siamo sicuri che li dà la UE?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Notizia incomprensibile. Non ci si chiede il motivo per cui la ragazza è stata perseguitata e che l'avrebbe indotta al suicidio. Almeno non sembra plausibile motivo l'aver fatto la pubblicità per dei cappelli.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mah! In che mani si finisce quando si è vecchi....
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Dall'articolo sembrerebbe che l'iniziativa sia stata presa dall' ARCI e dall'ASGI: "L'azione giudiziaria costituisce una tra le iniziative intraprese - rende noto l'Arci - per contrastare i processi di esternalizzazione delle frontiere e del diritto di asilo attuati dal Governo italiano...." Redazione, ci può spiegare cosa vuol dire "esternalizzazione delle frontiere" ? Forse questo era uno dei pochi casi in cui esisteva il diritto all'asilo. Io mi convinco sempre di più che questi casi devono comunque essere esaminati e gestiti al di là del mare (ambasciate, consolati, campi ONU, UA....), togliendo guadagni alla filiera criminale.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E nei prossimi mesi ci saranno ancora più incidenti perché i trafficanti faranno delle promozioni per timore di ridurre gli affari dopo le prossime elezioni.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Perquisizione dopo due anni? Ma neanche Poirot troverebbe qualcosa....
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Già, c'è anche il Tribunale internazionale del diritto del mare (Itlos) che è filiazione dell'ONU. Vi risulta che sia mai intervenuto direttamente o sia stato chiamato in causa per questi ripetuti assassinii?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma leggiamo mai di iniziative della UA (Unione Africana) e dell'ONU per cominciare ad affrontare seriamente il problema della fuga dall' Africa (continente immenso e ricco) ALLA RADICE ? O tutti d' accordo nel lasciare mano libera all' intraprendenza, a quanto sembra non proprio caritatevole, dei cinesi? In fin dei conti perché viene chiamata in causa solo l'Europa e soprattutto l'Italia?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Che rigor regalis!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Fino a che si permette di attraversare il mare per l'arrembaggio all' Italia dei morti ci saranno sempre, sono organici alla strategia tollerata. E i responsabili non si lavano la coscienza piangendo o andando a recuperare i cadaveri in fondo al mare.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E poi non so se per pigrizia della nostra stampa o per mancanza di materiale, ma si sente mai dare conto di iniziative della UA (Unione Africana) e dell'ONU per cominciare seriamente ad affrontare il problema della fuga dall'Africa ALLA RADICE ? O va lasciata mano libera all' intraprendenza, a quanto sembra non caritatevole, dei cinesi? In fin dei conti perché viene chiamata in causa solo l'Europa e soprattutto l'Italia?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Siamo complici di chi adesca queste persone con il miraggio dell' Eldorado e poi le espone proditoriamente in mare, siamo complici degli assassini. Anche se ora si cerca di mettere una toppa, ricordo tempo fa le testuali parole della ministra Pinotti ad un TG: "Nessuno verrà respinto".
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Tranquillo, non è poi sbagliata la forma regolare del genitivo in "ae" (v. jus culturae) anche se in questa locuzione giuridica particolare si è consolidata la forma "familias". Un po' di latino non fa mai male, ci rammenta le nostre radici.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ottimo, i baldi giovani africani in Italia con il loro nutrito corteo familiare, mantenuti dai pensionati finché ce ne sono e gli istruiti giovani disoccupati italiani mandiamoli in Africa ( di là comunque veniamo, no?) a valorizzare il continente forse più prezioso del mondo e a riequilibrare l' esplosione demografica.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
continua. Prevedo problemi pratici e di igiene. Ma non si può fare come prima? L' esercente fa pagare giustamente la borsa dove si mette tutta la spesa, che uno potrebbe portarsi tranquillamente da casa e non fa pagare gli involucri indispensabili per contenere e prezzare l' ortofrutta sfuso. Sono costi di esercizio dell'attività, come i carrelli, le bilance i rotoli degli scontrini ecc. . Sembra che qualcuno ci provi gusto a darsi la zappa sui piedi, a provocare il malcontento della popolazione in negativo quello che è un buon provvedimento. Se questi sacchetti sono biodegradabili nell' umido e si possono anche riutilizzare per la raccolta dell'organico, evviva! E' un gran passo avanti per la riduzione della plastica. Se si tratta di un brevetto di una ditta italiana, ancora meglio: magari con questa prima sperimentazione in Italia potrà estenderlo anche in altri paesi. Se la titolare è un' amica di Renzi dov' è il problema? Un governante non dovrebbe avere relazioni ed adottare misure proposte dalle aziende più innovative nella ricerca? Se oggi ci fosse un Leonardo (si parva ecc. ) sarebbe stupido non sostenerlo per paura del conflitto di interessi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Che casinò con l'accento normale. Ma chi legifera e dispone scende mai dalle stelle, si mette mai nei panni dei sudditi? Portarsi i sacchetti da casa per pesare l' insalata comporterà un adeguamento delle bilance che dovranno riconoscere se il sacchetto è quello della casa a pagamento o quello del cliente gratis. O forse chi non usa il sacchetto del supermercato metterà direttamente sul piatto la verdura (magari umida) e la insacchetterà dopo aver preso l'etichetta?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma credo che si tratti delle borse più grandi "riepilogative" della spesa dove si mettono i prodotti dopo aver pagato alla cassa. Anche in Italia quelle si pagano e si possono riutilizzare oppure si può utilizzare altre borse,p.es. di stoffa, proprie. Qui si parla dei sacchetti ultraleggeri e trasparenti (perché la cassiera possa controllare) dove viene inserita l' ortofrutta sfusa. Riportare questi ultimi da casa in negozio, rimetterli sulla bilancia ecc. credo che creerebbe qualche problema di igiene.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma perché nessuno parla di come affrontare il problema alla radice, cioè di come contribuire a rendere migliori le condizioni di vita nei paesi di origine in modo da non costringere i giovani ad abbandonare il loro nido? A me sembrano tutti avere occhi di talpa.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E' vero, chi compra poco di tutto spende di più in sacchetti. Io, avendo un supermercato a portata di mano e di piede, compro sempre poco di frutta e verdura per avere sempre prodotti più freschi possibile: anche il prezzemolo lo smazzetto. A fronte del maggior costo ho però meno giacenze in frigo che poi inevitabilmente finiscono nell'immondizia. Spero comunque che il provvedimento venga cambiato e che non si faccia pagare il singolo sacchetto all' utente finale, ma solo al venditore, che provvederà a spalmare il costo a seconda della sua strategia commerciale. Anzi mi meraviglio che nessuna catena abbia annunciato che loro sullo scontrino segnano il costo del sacchetto e poi lo sottraggono come regalo al cliente.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Che i sacchetti siano biodegradabili è senz'altro un progresso, che siano fatti pagare singolarmente dall' utente finale mi sembra una baggianata. perché quelli che abbiamo usato finora erano gratis? Venivano ricaricati sul prezzo della merce che dovevano "incartare". Si potrebbe continuare così. Far pagare il sacchetto necessario per contenere la merce sfusa è come far pagare l'energia elettrica che serve per alimentare la bilancia ogni volta che peso un articolo
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Volevo ben dire.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Donna bella elegante e garbata e amante delle scarpe (quante paia ne avrà!). Mi chiedo come faccia a muoversi e soprattutto a scendere le scale con quei tacchi a spillo. Che le consiglierei di ridurre soprattutto nell' incontro con mogli di capi di stato o stessi leader di assai più bassa statura. Mi ricordo che Carla Bruni, non mostro di simpatia, aveva però il garbo di portare i tacchi bassi per non essere troppo più alta del marito. Forse Melania semplicemente non vuole apparire più bassa?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma imporre la pace e la giustizia nei paesi di provenienza, no? Che noi siamo nel paese dei balocchi (Europa) e che tutti possano trovare qui vitto alloggio cure mediche e istruzione per i figli è il grande inganno che durerà ancora poco. L' Africa, continente immenso e ricco, continua a riversare sulle coste europee baldi giovani che sarebbero più utili nei loro paesi, se ben governati, con la prospettiva di fare i questuanti importuni davanti ai negozi. I nostri governanti sono inadeguati oltre ad essere corresponsabili delle migliaia di morti scomparsi nel Merditeraneo.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Auguri di un bel 2018 alla Redazione che si è sempre comportata in modo impeccabile nel pubblicare i commenti, contrariamente a giornali di maggior tiratura che penalizzano anche gli abbonati e auguri a tutti i forumisti che ogni giorno ci offrono qualche spunto per affinare la nostra visione del mondo. Grazie!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Vengono portati a Pozzallo, dunque in Europa. La UE per ridurre i rischi per i fuggiaschi e le spese del soccorso dovrebbe allestire dei campi di raccolta e di certificazione in paesi del Nordafrica (Libia, Tunisia, Algeria) o in isole del Mediterraneo da dove trasferire gli autentici profughi di guerra in soggiorno temporaneo in paesi ospitanti in accordo con l'ONU (perché non anche in Russia o negli emirati arabi, p. es.?); e da dove riportare chi non ha diritto all'asilo nei paesi di origine: i pakistani sono i guerra? Tutto si deve svolgere al di là del nostro luminoso Mediterraneo che è diventato un immenso sepolcro per precise responsabilità di chi ha creduto di essere caritatevole.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 138 commenti
con 92 commenti
con 88 commenti
con 81 commenti
con 78 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP