ladynutelliel

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ormai quando ti dicono "è lo stress" devi preoccuparti.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Se qualcuno lo leggesse tutto (l'inno d'Italia nasce come poesia scritta dal giovanissimo Goffredo Mameli, non fu certo musicata da lui) in caso con l'aiuto di un commentario, magari cambierebbe opinione e se ne innamorerebbe. Ancor di pi√Ļ se leggesse la storia della breve e luminosa vita del suo autore.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma davvero c'è gente che confonde le fiction e i personaggi interpretati con la realtà? E, giusto per sapere, questa gente vota ed è titolare di patente? Chiudete i televisori, internet, tutto...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Pagato a sua insaputa? "Beato" lui. Ci sono tante persone qualificate che hanno perso il lavoro e a cui propongono di farsi pagare in "visibilità"... certo non accorgersi di 168.000 euro sul conto! Il che fa anche pensare alla sproporzione tra qualità del lavoro, ore di lavoro, retribuzione...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
No, non era un fatto annunciato. Nulla giustifica queste barbarie. Non confondiamo l'immondizia e il degrado dei giardini con l'omicidio, per favore. Sono perfettamente consapevole, come tutti gli italiani che risiedono alla periferia di una grande città, che c'è un serissimo problema di controllo del territorio. Ma da qui ad aggredire una persona in questa maniera non c'è un mare: c'è un oceano. C'è la differenza tra una persona e una belva.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Il problema del ritorno della tbc non √® cosa nuova, purtroppo se ne parla sottovoce da anni, si alza la voce solo quando la malattia diventa acclamata e visibile. Bisogna far entrare in testa che controllo del territorio e rispetto delle regole deve valere sempre e comunque, per tutti. Controllo del territorio non significa razzismo: significa rispetto. Ma la malaria, che cita l'altro commentatore, √® un problema che reputo pi√Ļ grave, perch√© non √® nemmeno solamente legata solo agli spostamenti (siano viaggiatori che vanno nei paesi tropicali e non stanno attenti, siano migranti clandestini) ma anche alle ormai mutate condizioni climatiche. Insomma, alle azioni sconsiderate si aggiunge una base che facilita. Se devo scommettere su qualcosa che ci creer√† seri problemi in futuro, scommetto su questa seconda.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Premetto che non sono un'esperta di disinfestazione, quindi lascio a chi di dovere il commento su quale tipo di prodotto usare, quando e dove (c'erano stati, in altri articoli, commenti di persone competenti) ma volevo far notare che Roma √® diventata invivibile in estate, tra il caldo feroce e le zanzare. Dove abito io, molto distante da quel quartiere, ma in una borgata francamente orribile, l'unico luogo adatto alle mie tasche, se le zanzariere le bloccano alle finestre, riescono comunque a entrare... dalle porte! Sono degli animali orridi, volano grasse e cariche di sangue, quasi direi che invece del pungiglione hanno i denti per quanto fa male il loro pizzico. Ricordo quando uccisi la primissima zanzara tigre, era il 2001. Se ne parlava al TG e io, giovane e ingenua universitaria, chiamai la asl per segnalarne la presenza. Mi dissero che non esisteva e che ero stata suggestionata dai notiziari televisivi... Errore italiano numero 1: sottovalutare quel che dicono i cittadini. Qui, premetto, disinfestazioni non ne vedo da anni. ma c'√® un fatto che mi ha colpito. In estate sono stata al cimitero Staglieno a Genova. √ą enorme ma non mi ha punto nemmeno una zanzara. Non so quali prodotti usino e con quale frequenza, ma ovunque ci sono inviti ai visitatori di non lasciare ristagni d'acqua, mettendo delle spugnette all'interno dei vasi di fiori, per evitare di trasformarli (cito) "in allevamenti di zanzare". Penso che nel mio condominio c'√® chi si √® messo la fontanella con riciclo d'acqua sul terrazzo, un anno sono dovuta andare io di nascosto a mettere il filo di rame nei ristagni d'acqua sotto i vasi di anziane signore con tanti millesimi quanto menefreghismo. Con gli inverni sempre pi√Ļ brevi e tiepidi, dobbiamo contenere il numero di larve. Invito numero uno per gli italiani: intanto facciamo anche noi la nostra parte. Senn√≤ ci mangiano vivi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Hai perso un cretino e guadagnato un giro per Amsterdam. Al netto del costo del biglietto aereo, un ottimo scambio.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E non mi stupisce che la figlia sia seguita da un'assistente sociale. Povera creatura. Con un padre che prima è fondamentalista cattolico e poi fondamentalista islamico, spero per lei arrivi presto la maggior età e la possibilità di fare la valigia
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
L'ho visto, mi sono fatta una risata, ho provato una punta di tenerezza e compassione per questi impiegati che di fatto si sono dovuti prestare a qualcosa che non era nelle loro corde perch√© l'azienda ha avuto l'idea di fare un"contest interno" (quanto ci ricorda il mitico Fantozzi questa storia). Ho pensato che chi ha fatto trapelare il video sia stato una vera carogna, appunto perch√© era un contest interno. Ma da qui a minacciare morte... non capisco. Gente che si alza la mattina e, alla domanda: "Cosa faccio dell'unica vita che ho?" risponde: "S√¨, lo so! Vado a vomitare bile su Facebook!" Un lavoro non ce lo avete? Nemmeno io, eh. Anzi, sono alla soglia dei 40, probabilmente non lo avr√≤ mai pi√Ļ. Per√≤, sapete, oltre alla possibilit√† di riversare il vostro astio su soggetti random, internet vi offre l'accesso a biblioteche digitali universitarie di tutta la Terra, videocorsi di vario genere - lingue, danza, musica, dizione... - spesso in parte gratuiti, la possibilit√† di leggere gratuitamente i giornali del mondo. Oppure potete accoppiarvi, che fa sempre piacere e bene alla salute. Nell'impossibilit√†, anche una passeggiata √® piacevole e sana. Non so, vedete voi, ma invece di fare gli haters... fatevi una vita!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Oddio, sarebbe favoloso farne una rielaborazione in chiave reale "Stop ai jeans cheap, anche se a 30 anni siete considerate troppo vecchie per lavorare"
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
La burocrazia italiana, caro fatti neri, spaventa e uccide. Io volevo provare ad aprire un tour operator on-line per sfruttare le competenze di dieci anni di lavoro. Mi sono trovata davanti dei costi partenza sproporzionati rispetto al reale investimento, tutti burocratici, tutti a quattro zeri. Sinceramente iniziare a -25.000 un'attività che speravo mi rendesse almeno qualche migliaio di euro l'anno, da disoccupata senza sussidio, non era fattibile. Ci sono formule di franchising, forse proverò quelle. Diciamo che il nostro sistema a tenaglia perde, uccide o fa fuggire (in maniera figurata o reale) potenziali imprenditori.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Applausi a cgi ha scritto l'incipit dell'articolo. "Sull'amore per la palestra e il body building nulla quaestio" ha dell'epico.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Freon, lungi da me difendere le usanze tribali legate all'Islam, ma le posso garantire (perché ne ho letto su internet, e devo anche fare mente locale per ricordare come ci sono arrivata: ci sono siti dettagliatissimi nello spiegare come tenere la placenta vicino al bambino finché non si essicca e non si stacca da sola) che molte italianissime mamme seguono questa corrente di pensiero-moda. E al solito, tutto va bene se non ci sono complicazioni. Ma alla minima complicazione, eccoli a urlare e strepitare contro l'ospedale, i medici, la scienza. Come nel caso dell'otite che ha ucciso un bambino.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ci sono alcune correnti di pensiero - allignano tra gli analfabeti funzionali che con l'uso facile di internet (tramite smartphone e social, perché solitamente sono scarsi nell'uso del computer e nella ricerca delle fonti) trovano conferma e rinforzo - le quali sostengono che la placenta va tenuta attaccata al bambino tramite cordone ombelicale finché non si secca e non si stacca da sé. Una delle tante teorie di nicchia che, con internet, è diventata dominio collettivo. Chiaramente, tutti bravi a invocare la natura contro la medicina e i medici cattivi. Allora vi chiedo coerenza: la macchina non è naturale, la stufa a gas non è naturale, l'antibiotico non è naturale. Tornate ai bei tempi della tisi, delle cancrene, delle polmoniti... ma se possibile senza danneggiare i terzi che non hanno chiesto nulla.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma il punto principale, ossia punizioni serie, vere, effettive per chi delinque, non ce lo mettiamo?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Guardi che non è una domanda scontata. Io credevo che fossero di dotazione sui furgoni dei corrieri, lo davo per scontato. Non avevo mai pensato a questo fatto.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Comunque la disinfestazione non √® presa seriamente. √ą vero che non risolve il problema, ma lo limita. A Roma nella mia zona da due anni non si disinfesta, o forse di pi√Ļ... √® passato davvero tanto tempo. La gente non cura minimamente i ristagni nei vasi, al grido "E' casa mia e faccio quello che mi pare". Quando le zanzariere le bloccano, le zanzare entrano pure dalle porte! Sono stata di recente al Cimitero Staglieno di Genova. Non una zanzara. Ovunque cartelli che ricordavano di mettere una spugna sotto ii vasi di fiori, per evitare che si trasformassero in allevamenti di zanzare. Lo Staglieno, per chi lo conosce, √® immenso. Impossibile che il poco personale e i volontari vadano di DDT quotidianamente. Lo faranno, ma a monte c'√® un'azione anche da parte dei cittadini.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Tecnicamente è un mandato d'arresto europeo, non un'estradizione, quello di cui si vuole valere la Polonia. Ma poco conta il nome. La Polonia ha ragione. Se a 15 anni sei abbastanza grande da partecipare a uno stupro di gruppo, sei abbastanza grande anche per assaggiare le carceri polacche. Io ricordo i nomi dei politici che hanno voluto chiudere gli occhi sui problemi di controllo del territorio in nome di una falsa solidarietà e un politically correct peloso e ipocrita, ma anche i nomi di quelli che in nome del garantismo si sono fatti i cavoli loro, come ricordo quando il papa chiedeva l'amnistia, in seguito ci fu l'indulto, e criminali uscirono dalle carceri a far danno, contribuendo all'immagine di un paese facile per i criminali.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Lei ha assolutamente ragione: riuscire a urlare o restare senza voce, avere la forza fisica di opporsi o restare paralizzate è una questione di fortuna, di quale circuito di salvezza innesca il cervello primitivo. Con corsi di autodifesa e gestione delle emergenze, alcuni comportamenti possono diventare automatici (urlare in una determinata maniera, colpire in un certo modo) e scaturire automaticamente in momenti critici. Forse non bastano a mettere KO un aggressore, ma fanno guadagnare tempo e possibilità di aiuto.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Povera, povera donna... ti fanno sentire finito, ti dicono che lo sei, te lo ripetono ovunque. I centri per l'impiego sono inutili, i sussidi rari e scarsi, la voglia di fare, di ricollocarsi, di qualificarsi, è frustrata in continuazione. Povera, povera donna...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Instagram sarebbe un bel social se non ci fossero i morti di fama (non è un errore di battitura...)
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
La raffinatezza, il senso del dovere, la profonda cultura, la voja de lavora' che quando deve saltare addosso sbaglia sempre mira... e via dicendo...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Pensare che mi hanno bocciata da un posto di segretaria - giuro - in una sartoria perché porto la taglia 44 e a loro serviva una taglia 42 perché la segretaria potesse fungere anche da modella XD Con la saggezza dell'età, l'ho presa a ridere... Signora Balti, se ne faccia una ragione. Lei è bella come il sole, ha una famiglia e non le manca nulla nella vita. Non ha proprio bisogno del "popolo del web"
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Povia. Non so se avete presente di chi stiamo parlando. Un cantante di poco talento che, in cerca di successo, si improvvisa opinionista, tuttologo, provocatore. Trova nella marea di idiozia scatenata dai social terreno fertile. Ogni click, ogni commento, ogni "BRAVO!1!" e ogni insulto lui li monetizza. Lo inviteranno alla sagra della salsiccia da qualche parte, 1000‚ā¨ a quel punto vedrai che schifo non fanno, lo intervisteranno a rete sperduta, ci guadagner√† 100‚ā¨ e un altro po' di pubblicit√†. Far√† qualche serata in discoteca, poi magari arriveranno le comparaste in tv, le isole dei famosi affamati e via dicendo. Funziona cos√¨. Pensate a "fenomeni" come Andrea Dipr√©. Che si √® bruciato e quindi in questo sottobosco di pseudo artisti ed ex vip di serie D s'√® fatto uno spazio che lui sta cercando di riempire. Voi vi fomentate, lui gli euro li intasca.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Se non sbaglio, è il sistema in vigore sulla linea C. Roma avrebbe bisogno di massicci investimenti sul ferro., per ammodernare le stazioni, i treni, prolungare tutte le linee e colmare i vuoti che ci sono (es. tra Battistini ed Eur)
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mamma mia, Spartano, davvero... due persone si amano. Auguriamogli il meglio, perché togliergli l'entusiasmo e le speranze... magari va anche tutto bene! Facciamolo un sorriso ogni tanto, che magari domani siamo sotto un cipresso!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Signor Bellagamba, in Uk il sistema medico ha pi√Ļ di qualche falla. Lo so per esperienza personale, dopo un'intossicazione fortissima e per esperienza di mio fratello, che ha affrontato per giorni una febbre altissima senza che gli venisse somministrato nulla. Poi √® andato a trovare un amico in Portogallo, ha avuto la prescrizione di un antibiotico, si √® sentito meglio. Si passa da un estremo all'altro. Non √® ottimale esagerare con gli esami preventivi, come sappiamo, e ancor meno prendere antibiotici con leggerezza ma nemmeno lasciar passare sintomi che potrebbero indicare altro perch√© sulle schede c'√® scritto che se la febbre non raggiunge il valore x o non dura il tempo y, allora non c'√® da preoccuparsi. I sintomi vanno anche interpretati, valutati. Evidentemente qualcuno qui non l'ha fatto.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non voglio dire, ma spesso ai controlli vengono bloccati oggetti assolutamente innocenti di banali e tranquilli viaggiatori (il cavalletto cinese che si rompe anche sotto il peso della fotocamera, gli infradito di gomma che per qualche motivo suonano al metal detector) mentre √® capitato a un mio conoscente di passarlo con un coltellino che aveva lasciato per sbaglio in tasca - e per fortuna il coltellino lui lo usava in campeggio, non per altri scopi - o con liquidi in tasca - questo √® successo al mio compagno, che aveva in tasca l'Argotone che si usa per chi soffre di compressione naso-orecchie durante il volo... ma doveva stare nella bustina dei liquidi, non in tasca- Sarei curiosa di capirne di pi√Ļ.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Nel mio palazzo c'è gente che sa di me cose che io non so... come la capisco! :D
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 126 commenti
con 75 commenti
con 73 commenti
con 53 commenti
con 49 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
QUICKMAP