FedericoMarini

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Si,truppe italiane e di altri paesi devono sbarcare in Libia,sotto l'egida dell'ONU, per gestire, insieme alle ONG iil flusso migratorio, realizzando quelle condizioni umanitarie che la la Libia da sola non vuole o non può attuare. Solo così potremo, veramente, comportarci come la buona coscienza dell'intera Europa ed è difficile essere buona coscienza se si nutrono molti e giustificati dubbi sul regime di trattamento al quale vengono sottoposti uomini,donne, bambini nei campi gestiti dai libici.- Se l'Onore dell'Intera Europa é nelle nostre mani,comportiamoci con Onore
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
E poi Patria é vocabolo difficile da gestire e dovrebbe essere di monito quanto sta accadendo nella vicina Francia e nel FN a proposito di "Les Patriotes",
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ci sono pochissime parole da tenere nel cassetto,proponendosi di aprirlo solo quando valga la pena farlo. Patria √® una di queste parole e aprire quel cassetto in occasione di una festa di partito,rischia l' ulteriore danneggiamento di quel poco che n'√© rimasto di questo reperto archeologico logorato ,pi√Ļ che dal tempo. dall'incuria.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Io me ne intendo di queste amicizie, che vanno oltre l'umano sentire,oltre quello che siamo stati condizionati a ritenere umano sentire, oltre le leggi dell'uomo,oltre le sue religioni che, troppo intente a salvarlo, ignorano la sua animalit√†,vocabolo intriso di naturale bellezza,cercano di farne un unicum, gli regalano l'anima,come ulteriore discriminante.. Cane √© un vocabolo che in lingua italiana, anche per motivi storici, diciamo "maramaldeschi" ha assunto un significato dispregiativo ed io non lo amo, preferisco "Lui". Sono arrivato a "Lui",facendo di "Lui" uno strumento per salvare l'uomo,per anni non ho guardato i suoi occhi,perch√© il suo corpo mi serviva, ma poi l'amore per "Lui" mi ha arricchito , mi ha dato le ali, l' emozioni pi√Ļ forti.,i sonni ed i sogni pi√Ļ profondi ,ha cesellato il mio nucleo familiare, ha ingolfato i miei ricordi., ha fatto della mia anima inutile orpello, se non condivisa con Lui. FM ad acaceto,
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Il mio intervento è incompleto perché non affronta un tema, ch'è alla base in varia misura delle religioni, il bene contro il male, e nella Chiesa Cattolica il male é addirittura personalizzato nel migliore degli angeli, che si è ribellato a Dio. La presenza del male come alternativa al bene, la lotta continua tra il bene ed il male, fa del male il sempre presente, il sempre in agguato,e senza il male il bene stesso verrebbe degradato ad abitudine, non a risultato sofferto di una lotta. Tra gli Dei di Roma non era presente il male e il male.non solo come presenza, ma addirittura come presenza antagonista e c'è da chiedersi il perché il Cattolicesimo abbia creato questa presenza,o meglio abbia sentito questa continua presenza come indispensabile. Ai teologi spetta l'ardua risposta. FM.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Questa norma di comportamento"fare finta di niente per continuare ad esistere" non √© autodifesa legittima o meno,ma crimine assoluto progettato freddamente a tavolino, con l'aggravante di trarre vantaggio da una sorta di gradiente culturale,in definitiva ,buttato alle ortiche.. La Chiesa Cattolica, verso la quale nutro imperituro grazie per quanto culturalmente mi ha donato e mi ha fatto arrivare dal passato,proteggendomi in un certo senso, da credi,come quello ebraico e anche protestante, che avrebbero tutto cancellato,dovrebbe porsi una domanda risolutiva e terribile,che tutti gli ascetismi dovrebbero porsi."colui o colei che si dece chiamato da Dio alla fede,anche se in tutta coscienza, √© veramente chiamato da Dio o in lui o lei c'√® una diversit√† pi√Ļ o meno nascosta o ignorata. Molti anni fa in Calabria, bambino ho conosciuto un Cardinale. che frequentava la nostra casa e quando veniva a cena, mi precipitavo a baciargli la mano, ma venivo bloccato da mio padre con la frese "non √® pulita". S:E, ascoltava, compiaciuto e diceva" pap√† ha ragione, non ho ancora lavato le mie mani" Nel corso della cena si discuteva di vari temi ed uno di questi prevedeva un'incidente, un fenomeno tellurico, in ogni caso qualcosa di sconvolgente che ti inducesse ad affidare i figli bambini a qualcuno, E S:E; suggeriva, mai a un Santo , √® come un'auto che abusa dei freni e questi possono cedere, Scegli un peccatore . √© l'opzione pi√Ļ sicura.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi piace questa Spagna, che ha un'alto senso dello Stato,anche perché avere un Re conta, e va al punto senza tergiversare,come capiterebbe da noi dove mancano i politici con gli attributi, sovrabbondano,invece, i filosofi della politica, quelli del si,,ma...però. Quì ,diciamolo chiaramente, si spaccia, per i gonzi, come anelito di democrazia , il suo assoluto contrario"sono ricco e non voglio condividere la mia ricchezza con gli altri". La Catalogna ha diritto ad essere regione autonoma, con statuto .. speciale. Anche da Noi c'è un Presidente di Regione, che scialacqua il denaro dei contribuenti in referendum senza senso,conati del peggiore provincialismo,non democrazia.con tutti che gli sorridono, invece di voltargli le spalle,perché redarguirlo sarebbe antidemocratico. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Mi affido a questo percorso anomalo per ringraziare il Messaggero per quanto ci consente di scrivere, un unicum assoluto, in Italia, ma vorrei chiedergli, se sia possibile tecnicamente consentire a chi scrive di poter leggere in toto, aver la visione d'insieme di quanto ha scritto, non limitarsi alla lettura riga per riga,o quasi. Grazie. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Nell'Asia orientale ,l'asso piglia tutto é la Cina e gli USA sanno di poter fare solo tanto rumore per nulla.Non ho trovato alcun commento e aspettare ancora un pò per apprezzare o meno la portata di tale iniziativa,. . A chi suggerisce di lanciare volantini e provocare la rivolta dei nordcoreani contro il regime vorrei chiedere di leggere la stampa internazionale. Se lo facesse s'imbatterebbe in un interessante articolo, m pare di "LeMonde" o "Le Figaro" nel quale l'autore sottolinea che un'interessante interrogativo, in questa faccenda, é stato trascurato "da dove viene la tecnologia della Nord Korea?" Sicuramente qualcosa dalla Cina,dalla Russia,ma soprattutto dai suoi ragazzi , che studiano all'estero, imparano e tornano in patria, Questo non può non far venire in mente altri ragazzi, quelli nostri, che studiano all'estero e si guardano bene dal tornare in patria.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ma questo ritorno mi conforta e mi sconforta. Mi conforta perch√© lo ritengo il pi√Ļ grande uomo politico del dopoguerra, il primo a guardare la carta geografica e vedere che la Russia √© vicina,il primo ad intuire il possibile recupero del voto di milioni d'italiani, lasciati nel limbo, perch√© sapevano di ventennio.fascista,il primo, che ci ha sottratto al monco passato, che ci rendeva come lucertola senza coda. Mi sconforta perch√© ha avuto la rara occasione che la Storia, con ammiccamenti, gli socchiudesse il suo uscio ed √© rimasto ,da vile, sulla soglia, prigioniero del veto di Napolitano e anche di molti dei suoi ,idolatri della NATO, che stupidi non avevano capito il significato vero di quel conflitto Per inciso,ci fu un'altro uomo,politico pi√Ļ sanguigno, ma meno grande, a mio parere,che, invece √© entrato nella Storia,nel dopoguerra, Craxi,che a Sigonella ci restitu√¨ l'orgoglio di essere italiani. Tornando al tema , mi sconforta,per non aver usato tutta la sua forza, sfidando la NATO per salvare la vita di un uomo,di cui si diceva amico, che anche i suoi deridevano, Gaddafi, lasciandolo macabra preda del tandem criminale Francia-GranBretagna, che avevano fatto del Consiglio di sicurezza dell'ONU e della Nato,con Russia e Cina disattenti, un'autentica ghigliottina.,all quale erano state promesse due teste e la seconda, non era libica, ma italiana e con un nome e cognome: il premier ed il suo ENI.. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Caro Silvio io ti votero',forse perché non ho' altra alternativa,forse perché ho aspettato il tuo ritorno per votarti,sicuramente perché hai restituito all'Italia, quella storia di cui si vergognava,in preda al delirio,di una Sindrome di Stoccolma, che ha fatto di una pesante sconfitta militare la prima liberazione della Storia, portata sulle baionette del nemico. Ti voterò perché sei ancora il migliore, ma non mi unirò al coro di chi ti sta osannando. Io ti rimprovero, invece, di aver avuto la rara occasione di entrare nella Storia e di aver chiuso quella porta per sempre quando ti sei piegato agli ordini di un Presidente,incosciente, e hai dato l'ordini di bombardare la Libia. Io ti rimprovero di non aver avuto il coraggio di salvare la vita di Gaddafi, di non aver avuto il coraggio di sottrarlo al destino fatale perseguito da Sarkosy e Cameron. Mi auguro che questa volta sceglierai meglio i tuoi ministri. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Fare politica significa urlare,talvolta e,Matteo Salvini ha ragione quando urla che la magistratura ,bloccando il tesoro della Lega, in periodo pre-elettorale, fa indirettamente politica e contro e mi meraviglia molto che,chi si dice politicamente esperto,dall'altra parte non faccia sentire la sua voce in questo senso.La corsa elettorale deve fare, della linea di partenza uguale, il fiore all'occhiello e l'ammiccamento ai magistrati di Genova é fuori luogo, Ma fare politica significa riflettere e Matteo Salvini, dalla crisi della sua unica alleata, la Le Pen, in Francia, dovrebbe trarre un'occasione preziosa di riflessione e non sembra l'abbia fatto. Oggi, a differenza di ieri,l'Unione Europea appare vincente in economia e politica, e Mario Draghi ha fatto il miracolo; bisogna leggere la stampa internazionale e Pontida,un momento magico di Storia d'Italia, ha dato .grazie ad ambigua interpretazione,alla lega libertaria,quanto poteva dare, ma ora la Lega pretende di essere nazionale ed io lascerei Pontida alla Storia. Torniamo al filo del discorso,alla riflessione. Caro Matteo, il tuo volto, che ha come quello Di Maio e anche di Renzi, il vantaggio della giovinezza,non paga, sia te che Di Maio avete il profilo della inesperienza Di Maio é un pupo, con li suo abile "puparo "- Tu non sei un pupo e questa va a tuo vantaggio,ma credere di poter fare di Silvio Berlusconi, il migliore politico italiano del dopoguerra,che ha commesso il grave errore di non dire no e ancora no a Napolitano e quindi ha rifiutato l'ingresso nella Storia ,accontentandosi di rimanere in una posizione di parcheggio,il tuo suggeritore,é testimonianza della tua inesperienza. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Luigi Di Maio é,ufficialmente ,il candidato premier del Movimento a 5 stelle.Cosa sappiamo di lui? Quello che dice il web: nato ad Avellino il 6 luglioo 1986,figlio di un'insegnate di italiano e latino e di un dirigente del Movimento sociale e poi di Alleanza Nazionale,ha maturità classica, s'iscrive alla facoltà d'ingegneria,per poi passare a giurisprudenza, senza conseguire la laurea, é giornalista dal 2007, entra nel Movimento a 5 stelle, viene eletto deputato,é vice Presidente della Camera dal 2013. Promette un nuovo Risorgimento ,vocabolo "disambiguo" dal significato ridondante. C'é da credergli? Almeno nelle buone intenzioni? Per me,lo confesso,ha un vantaggio indiscutibile : é giovane. Ha uno svantaggio indiscutibile: é inesperto. Ma é solo una faccia giovane,dietro la quale non si nasconde ma si fa vedere Grillo, intelligente inventore di una politica da laboratorio,nella migliore delle ipotesi un teatro dei pupi buoni. Pupi inesperti e buoni,sorvegliati a vista da un puparo intelligente,che nei suoi spettacoli fa della risata la migliore delle catarsi. Solo riflessioni,nient'altro che riflessioni,cari lettori,nessuna voglia di condizionare il vostro voto, al massimo solo un'invito a riflettere. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Per troppo tempo a questo magistrato é stato consentito di essere molto sopra le righe:dopo aver arrestato senza motivo Vittorio Emanuele di Savoia,pretendente al Trono e non aver subito alcun danno alla carriera ,anzi ricavandone i vantaggi della notorietà,ora l'arresto del padre dell'ex premier, gli avrebbe consegnato gloria imperitura e molti applausi,da quanti oggi appaiono indignati. La debolezza della politica e la eccessiva deferenza verso la Magistratura, con la separazione ineguale dei poteri, impone una immediata riforma,sempre volu ta,ma poi rimessa nel cassetto, per cosiddetta opportunità, da leggere come"non svegliare il leone che dorme,perché potrebbe sbranarti". FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Siamo ormai di fronte al"cul-de-sac" del terrorismo,anche quello fai da te,siamo di fronte all'agonia del Califfato Islamico,con il suo esercito di ragazzi e ragazze, sconfitto sul campo,con gli ultimi fans, fai da te,che non riescono nemmeno pi√Ļ ad uccidere. Possiamo unirci a Bush,l'ex presidente americano, e urlare"abbiamo vinto" o riflettere non solo su chi abbiamo vinto ma su come abbiamo vinto. Abbiamo vinto un sogno dell'Islam,sopito da secoli,nei cuori delle mille nazioni islamiche, un sogno,che non avrebbe dovuto riguardarci perch√© si esauriva nelle loro terre.e non lambiva le nostre e che forse avrebbe lentamente svuotato i nostri paesi occidentali di una componente rimasta estranea o affascinata da quel sogno? Ed eccoci al come abbiamo vinto. Vi ricordate"arrivano i nostri",quando,ignoranti,applaudivamo i soldati blu, che massacravano gli indiani? Oggi non siamo nemmeno a questo punto, ma molto sotto, Appoggiamo dall'aria e non solo,e forse per vergogna o altri interessi non limpidi, non ci mettiamo la faccia,milizie locali che oppongono la loro etnia al sogno multietnica. E ,se non fossimo falsati dal punto di vista o da altre ambigue considerazioni di varia opacit√† ,saremmo colpevoli di mancanza di memoria storica, dimenticando i processi che hanno portato alla costituzione dei nostri stati. Ritorniamo alla sincerit√† : non siamo i buoni, ma i cattivi sofisticati, che dividono, non per imperare, perch√©"l'Impero" √© cosa troppo seria, ma per lucrare il pi√Ļ possibile sulla divisione degli altri. Mi sto interrogando, non ho una risposta,pi√Ļ di un sospetto,per√≤,si. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ammesso che fosse vero, che la tredicenne fosse fascista, sarebbe giustificato l'averla uccisa e violentata? Erano questi gli antifascisti di allora,questo √© l'antifascismo che ha fatto da ostetrico alla nostra Repubblica? A Noli,Giuseppina Ghersi,tredicenne, di Savona ,merita pi√Ļ di una targa, un monumento.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Nulla di nuovo, se si escludono le minacce al Giappone, una prevedile sequenza di test nucleari, gi√† in programma, ed eseguiti nonostante le sanzioni, pi√Ļ che in risposta alle sanzioni. La Nord Korea, a mio parere, sta giocando e bene, la partita della sua sopravvivenza, e per inciso noi europei dovremmo essere pi√Ļ accorti nel giudicare dov'√© il vero male e dov'√© il vero bene, nonostante le apparenze. Ha realizzato un'autentico pezzo di teatro drammatico, che per convincere deve fare impiego di tutti gli elementi nei giusti tempi....e si attiene strettamente al copione senza deroghe e il minimo errore. Vuole incutere paura, all'aggressore, non aggredire . I toni sono necessariamente inquietanti,ma vanno rapportati al clima politico della regione, e fanno da didascalia pi√Ļ che da colonna sonora ai missili. La nostra stampa, la stampa mondiale composta da uomini e donne competenti, sa tutto questo, ma ha preferito arruolarsi e quindi fa la sua parte, come ha sempre fatto in questo dopoguerra, che ha visto gli USA compiere mastodontici errori l'uno dopo l'altro.condividendo con la Gran Bretagna,autentica Perfida Albione,il disegno folle e neo-colonialista di esportare la democrazia. Il tema,in definitiva, √© sempre lo stesso "la liberazione"e noi, con la nostra esperienza. dovremmo essere un passo avanti, nella comprensione,in chiave geopolitica, di quanto sta succedendo dell'Asia orientale.. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Magistratura che ,ancora una volta, vuole dettare i tempi della politica? Il sospetto c'è e allora, se abbiamo un ministro della giustizia, che intervenga e faccia chiarezza .
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Grillo sa che le parole valgono non solo per il loro significato, ma anche per il loro suono e sa anche di godere di un naturale gradiente nei confronti dell'ascoltatore medio, Si comporta come il cinema, che non esisterebbe se non trovasse nello spettatore il suo complice,spesso complice senza saperlo, Il sangue,con la folla di elementi che lo abitano, e ti fanno, geneticamente unico ,con il colore, evoca suggestioni , salva la vita se lo doni e nel contempo ti fa sentire,se non Dio, una parte di Lui , nel dono della vita, si muore perdendolo,ed é la testimonianza assoluta del morire. Questo essere vita e morte,questo essere vita se lo doni e morte se ti astieni,questo non offrire vie di fuga,gli da un magico potere. Grillo ch'é molto intelligente, conosce le corde del popolo che si ferma per ascoltarlo, e,incauto, cade nella rete ,non lo lusinga,ma lo suona come un pianoforte. Tutto questo é retorica, per gli ingenui e gli ignoranti,deprecabile,per gli addetti ai lavori sinfonia di parole,quella sinfonia di parole, che nei discorsi di Napoleone faceva muovere gli uomini dietro una bandiera, in definitiva solo uno straccio, Di Maio e gli altri sono solo dei pupi, ma Grillo può essere vinto solo da chi con altrettanta intelligenza e, forse maggiore esperienza nella guida degli uomini,stà dall'altra parte.. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
La vittoria di Macron in Francia e,praticamente ,la scomparsa politica della Le Pen,devono fare riflettere la destra e la sinistra, ed anche le loro frange estreme,ammesso che non sia bastato il trionfo del movimento pentastellato. I partiti tradizionali stanno scomparendo, anche se non lo hanno ancora realizzato,e si cerca altro, chiunque sia, con le motivazioni pi√Ļ varie, che, attenzione,sono solo, per lo pi√Ļ, giustificazioni credibili, non reali motivazioni. Che la politica ruba si √© sempre saputo,ma ora diventa "motivo" di distacco da essa,ma poich√© un voto bisogna darlo o il voto √© un modo per protestare ci si rifugia in Di Maio o nel no voto. Dobbiamo,anche, essere sinceri con noi stessi, la democrazia, non dobbiamo dimenticare √© arrivata in Italia sulle baionette degli Americani, che dicevano di combattere per la libert√†,ma ancora non erano riusciti ad uscire dallo schiavismo,sulle baionette inglesi,che occupavano l'India e non solo, su quelle francesi che,occupavano ancora Indocina, Tunisia, Marocco, Algeria, Siria e riconoscevano alle loro truppe di colore diritto di saccheggio e di stupro, Fu praticamente chiamata democrazia la vendetta dei pochi contro i molti che avevan applaudito Mussolini,il ritorno di De Gasperi,austriaco tout court prima di diventare italiano, con una riconoscibile efficacia ,fu chiamata democrazia anche il ritorno dei mafiosi , che si erano dati da fare, nello sbarco ad Augusta.Fu chiamata democrazia la cancellazione di memorie difficili, come le fucilazioni di Biscari, le foibe etc. Poi ci evolvemmo e chiamammo democrazia il confronto tra democristiani e comunisti , la riforma agraria , poi la democrazia fu solo conflitto sociale,conflitto di classi, praticamente offendendo Atene, che aveva preteso ben altro. La societ√† √© cambiata e si rende conto che questa "democrazia" nel migliore dei casi √© un salto alla diligenza,osando si pu√≤ far parte di quei milioni e milioni di eletti, e questo" magna magna" Atene non lo avrebbe voluto. Matteo Renzi, tutt'atro che stupido, ha capito tutto questo, si √© inventata una sinistra quasi destra,il "partito unico",tacciato come parolaccia da eliminare dal vocabolario, ma autentico momento di genio. Con il referendum,forse un foro, pi√Ļ che una porta verso i futuro,ma almeno qualcosa che guardasse al futuro, che non pu√≤ che essere una Repubblica Presidenziale,gli √© andata male . Troppi interessi consolidati venivano colpiti,alcuni dei suoi amici diventarono i suoi peggiori nemici, il partito unico rischiava di prendere corpo ,l'imperativo categorico era fermarlo. E siamo tornati al palo,solo apparentemente felici e contenti, perch√© il confronto con questo fenomeno epocale della migrazione di massa, ci ha reso pi√Ļ brutti,pi√Ļ sporchi, pi√Ļ cattivi.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Questo zampa nella mano,questo essere abbracciati al proprio cane,questo trovare nel cane un compagno di vita,un complice,questo fuggire insieme al proprio cane,come in un film francese degli anni 70, quesa corsa, in autostrada su un duetto scoperto con le sue lunghe orecchie al vento,questo passeggiare con lui , bellissimo.sentirsi chiedere "lei é il padrone?" e rispondere, contrariato, no siamo siamo due viandanti sullo stesso percorso.,l'aver notizia dalla tua donna che'è morto ,investito da un'auto, perché lei gelosa lo ha nascosto da un'amica e poi averlo fiocinato in braccio vivo e felice. Questo é l'amore per il cane,questo é il volere, inutilmente farsi perdonare l'averlo usato per anni come strumento di ricerca,oggetto di esercitazioni chirurgiche,un mezzo per curare l'uomo e cosa ,senz'anima dell'uomo come la Chiesa insegna. FM a Mida.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Il mito nasce dal tentativo di distruggere i ricordi e quella scritta "Dux", che molti ignoravano oggi lentamente viene trasferita , inconsciamente, in un diario privato, ch'è segreto anche noi stessi , e da quel diario vola verso il mito. Quello che rimane del corpo di Benito Mussolini, un corpo mutilato dall'odio, non può sorridere. Ma, quel cervello, staccato dal corpo ,per essere inviato al nemico, come prova che la guerra contro gli angloamericani era solo il frutto di un folle, reso folle dalla sifilide, e tornato in patria come esempio di assoluta salute mentale, vibra, in quel contenitore di vetro, e sussurra "forse sono veramente immortale".
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Stiamo facendo come loro, i Talebani,che hanno distrutto con la dinamite i Buddha della valle di Bamiyan. I fautori di tale nefandezza, si sono mai chiesi come nasce il mito?
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Con il si della camera,possiamo ormai stare tranquilli, e ammesso che arrivi un uomo solo al potere,abbiamo escluso che sia fascista. Ora possiamo passare ad altro ,non guardare con paura o nostalgia al passato ,e cercare di avere un uomo al potere,che sia preparato al potere, non dai singoli partiti, ma dallo Stato. Per far ciò dobbiamo inventarci una scuola di Amministrazione e di Politica,che possa accogliere ragazzi appena usciti dalle scuole d'obbligo e prepararli a dei compiti che non siano ideologici ,ma pratici, in modo da assicurarci che chi arrivi al potere sia veramente in grado di guidarci verso il futuro,senza colore politico, ma solo con quello dell'arcobaleno,quello autentico,- FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Cè n'é voluto, ma siamo arrivati ad avere Di Maio, come futuro premier,il capo de governo di questo paese,di lui non sappiamo nemmeno s'è andato a scuola,ma sappiamo che confonde il Cile con il Venezuela e la lingua italiana,forse ,co un certo sforzo ,la parla,forze no, Oh Dio ,bando alle esagerazioni,dietro di lui,ch'è solo il pupo che vedremo, c'è un comico intelligente,molto intelligente, che però, e questo non può non preoccupare,crede di aver trovato "la quadra" della politica italiana nella rete, che vuole dire anche web, ma anche rete, quella con la quale si prendono i pesci.. Ma se vogliamo essere sinceri la incapacità al governo, come garanzia di democrazia, da quando impera la paura dell'uomo solo, é quasi la norma in Italia. Berlusconi, recuperando l'importanza della Russia, era tutt'altro che incapace, ma circondato da incapaci, che affiancati da un Presidente della Repubblica incapace, gli urlavano "bombarda la Libia".
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Non c'é nulla da fare, la caccia alla balena continua e anche se la letteratura ha fatto della balena un simbolo,l' uomo comune rimane legato alle sue tradizioni e la maestosità della balena ne fa una vittima ideale. L'unica speranza per le balene ,un vero eldorado di cibo e materia prima, che un giorno si mettano insieme e si ribellino a questa condizione di vittima designata e ne vedremmo delle belle e scopriremmo,anche se sappiamo già, che l'uomo é in definitiva un vigliacco.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Oggi ho visto due lucertole senza coda e ho creduto di imbattermi in Germania ed Italia. Sono scherzi dell'età,capita.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Dal "cul de sac" della legislatura morente sparisce ,com'era prevedibile, lo"Jus soli" e rimane la proposta di legge sul neofascismo,una sorta di blasone, una testimonianza dell'antifascismo, come motivo fondatore di una Repubblica nata dalla liberazione., L'Italia e La Germania,solo apparentemente si confrontano l'una contro l'altra,in effetti,le loro anime continuano ad essere insieme vittime di una sorta di sindrome di Stoccolma, che la pluridecennale distanza dalla sconfitta non lambisce minimamente,quasi una sorta di cilicio permanente, che ci fa insieme,spettatori, non protagonisti della politica La Francia risolve il problema ,coprendo il nome del Maresciallo Petain con quello del Generale De Gaulle, e si illude di aver vinto, il Giappone di Abe ha recuperato il culto dei suoi morti senza se e senza ma. Mi chiedo. quando l'Europa girerà pagina? FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
L'Onu c'√® e recita la sua parte,nulla di pi√Ļ.Pyongyang ha l'arma nucleare pi√Ļ avanzata e se la tiene ben stretta perch√© √© la sua unica difesa. Il Mondo lo ha capito ed accettato . L'Asia orientale non √© in pericolo e nemmeno l'Europa dove Inghilterra e la redarguita Francia starnazzano ,come le oche del Campidoglio, solo per far sapere di esserci. Gli Usa ,che sono la reale controparte,abbandonino i toni biblici e gli inutili esercizi di potenza,che servono non tanto a spaventare Kim quanto al mantenimento dell'alleanza con Seoul e Tokyo, ch'√© tempo che si guardino intorno,, e inviino grano ,tanto grano a questo splendido pezzo di penisola. E la Pace √© a portata di mano. Qualcuno ha ricordato che anche noi abbiamo subito sanzioni e siamo stati costretti a bere orzo invece del caff√© e voglio ringraziarlo, perch√© chi non dimentica la Storia √© pi√Ļ saggio degli altri.. FM
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Ed eccoci all'agonia di una legislatura,con il fondo del barile,come testimonia i progetto di legge sul neofascismo, affidato ad un parlamento perch√© morente. Se siamo in vena di verit√† ,immaginando che la legislatura sia gi√† finita dobbiamo dire che Renzi incassa l'imprevisto giudizio positivo della BCE sugli 80 e. ,che da mancia assurgono a ottimo significato macroeconomico,Gentiloni come subentrato premier merita un sette in signorilit√†,,il ministro degli interni con le sue fattezze da tragenda un'otto , del ministro degli esteri, Alfano, possiamo limitarci a dire,che sta cercando di sopravvivere,come qualcosa di anomalo appiccicato al PD e forse ci riuscir√†. Per quanto riguarda l'opposizione, il buon voto di Minniti significa aver rotto il giocattolo pi√Ļ "in" nelle mani di Matteo Renzi,quello della immigrazione. Berlusconi sa di non poter vincere, ma di poter contare,il Movimento penta-stellato manterr√† il voto degli sfascia-carrozze,ma non andr√† oltre. Allora chi vincer√†? Per la prima volta il buonsenso.
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 231 commenti
con 141 commenti
con 119 commenti
con 100 commenti
con 90 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP