Roberto Veronesi

Giovedì 1 Gennaio, 01:00
vada a vedere i suoi film in rete e poi mi dirĂ  se non era presumibilmente sotto l'effetto di droghe per poter fare certe cose
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
mai sentito che i gioielli e l'oro si tengono in casa. Esistono le Banche con le cassette di sicurezza
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
posso dire semplicemente che per loro la vita altrui vale meno di zero. L 'ho sperimentato con mia madre che quando urlava dal dolore, non gli davano nulla, la lasciavano in balia di sofferenze. Mai rivolgersi a loro se non per estrema necessitĂ ...
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
Io non so come fanno questi personaggi dello spettacolo a cambiare continuamente donne che in precedenza erano di altri e altri ancora
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
dico solo che mi sembra una grossa "bufala". Ragazze belle e grandi che vengono a cercare sto tizio !!! Guadagni di 1500 in mezz'ora ? ma facciamola finita
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
a me non sembra un prete da come parla
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
ci volevano le prove..
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
è stata spostata... ma se Halloween era il 31 ottobre lo festeggiano a novembre !!!!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
non bisogna fare tutta erba un fascio. Ci sono migliaia di bengalesi che lavorano onestamente e non commettono reati
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
certo, con cocaina e viagra che bello
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
per Signorini: AIDS in Italia le categorie a rischio: popolazione Hiv positiva; adolescenti e giovani; minoranze etniche; tossicodipendenti; omosessuali; prostitute; donne in età fertile Popolazione Hiv positiva Gli studi sulla diffusione dell’epidemia indicano che la proporzione di persone con Hiv consapevoli della loro infezione è aumentata e che comunque, la maggior parte dei soggetti sieropositivi continuano ad essere sessualmente attivi dopo aver appreso della loro condizione. I dati sulla presenza di eventuali comportamenti sessuali a rischio in questa popolazione sono contraddittori. Adolescenti e giovani Ancora oggi gli adolescenti e i giovani (con meno di 20 anni) hanno sentito poco parlare di Hiv e Aids. I nuovi interventi di prevenzione devono considerare una specificità nei messaggi rivolti ai due sessi per i quali soprattutto in età adolescenziale, la sessualità assume significati completamente diversi. Secondo le raccomandazioni degli psicologi e alla luce del fatto che l’Aids oggi non è più mortale a breve termine ma costringe a lunghissimi periodi di terapia, è opportuno costruire l’informazione su un messaggio semplice non più basato sul rischi di morte (poco recepito dai giovani) ma sul rischio di sviluppare una malattia cronica e invalidante. Minoranze etniche Dal 1992 ad oggi nel nostro Paese si sono registrati 2.617 casi di Aids tra gli stranieri contro i 46.425 degli italiani. Nella maggior parte dei casi (1.078) si tratta di persone di origine africana, seguiti da stranieri provenienti dall’America (751) e dall’Europa (320) e dall’Europa dell’Est (100). Questo trend è confermato anche per il periodo di diagnosi 2000-2001 con 214 malati provenienti dall’Africa, 75 dall’America, 15 dall’Europa, 20 dell’Est. Tossicodipendenti La distribuzione dei casi di Aids per modalità di acquisizione dell’infezione, evidenzia come più del 60% del totale dei casi sia attribuibile alle pratiche associate all’uso di sostanze stupefacenti per via endovenosa, anche se la distribuzione nel tempo mostra comunque una progressiva diminuzione dei casi n questo gruppo di persone con comportamenti a rischio. Negli ultimi anni, gli interventi realizzati per questo gruppo bersaglio hanno esteso l’attenzione anche alla prevenzione dell’uso di sostanze “nuove” (“droghe sintetiche” del gruppo ecstasy e analoghi ad azione stimolante) assunte per modalità non iniettive, ma associate, specie con il concomitante uso di alcool, ai comportamenti sessuali ad alto rischio. Omosessuali E’ probabilmente la parte di popolazione più a rischio in cui la prevenzione dell’Aids soprattutto tra i più giovani sembra attraversare una crisi. Alcuni segnali preoccupanti vengono evidenziati dai risultati degli studi sul comportamento sessuale degli omosessuali, che evidenziano un sensibile aumento del sesso senza protezione. Ulteriori elementi di riflessione emergono anche da analisi realizzate su siti internet specifici per questo target, secondo le quali vanno aumentando le pratiche “negotiated safety (sicurezza negoziata) in cui i due partner del rapporto accettano consapevolmente, in determinate situazioni e circostanze di avere rapporti non protetti. Prostitute Questo target è particolarmente vulnerabile rispetto all’infezione di Hiv e secondo alcuni studi realizzati nel nostro Paese specifici sottogruppi del mondo della prostituzione (es.: travestiti/transessuali; donne tossicodipendenti) continuano ad essere particolarmente importanti per la diffusione dell’infezione. - 1 - Donne in età fertile Nell’ultimo decennio la proporzione di pazienti di sesso femminile tra i casi adulti di Aids è andata progressivamente aumentando passando dal 16% del 1985 al 24,2% del 2000. La modalità di acquisizione dell’infezione è per i tre quarti delle donne con Aids, legata a contatti eterosessuali. Le donne eterosessuali che hanno contratto l’infezione senza mai aver utilizzato sostanze stupefacenti sono state normalmente contagiate dal loro partner stabile (nella maggior parte dei casi tossicodipendente) e hanno avuto rispetto alle donne tossicodipendenti meno partner sessuali. Le utilizzatrici di droga sono maggiormente esposte ai comportamenti ad alto rischio di trasmissione. Fonte: Ministero della Salute
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
bellissima
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
domani
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
beh certo non è proprio ideale per una domma mettersi a dormire a Villa Borghese da sola, anzichè ricorrere ai rifugi della Caritas o in zone magari piu' affollate (anche se di senzatetto)
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
ma voi ci credete pure a questa notizia
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
ci sono le prostitute
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
a me pare strano. conosco tantissimi bangladesi che non farebbero mai del male a nessuno ed onesti lavoratori
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
lei mi scusi prenderebbe un passaggio di notte da un bengalese. Non credo... quindi questa ragazza non si puo' lamentare dopo
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
UMANITARIO NON E' ASILO POLITICO
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
ma come si fa ad essere cosi' ingenui uscire alle 5 del mattino alla STAZIONE TERMINI da sola!!!
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
i Bangladesi non violentano le donne. Ci sarĂ  un errore
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
molto furba . se ne inventa una al giorno
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
io so solo che è da incoscienti mettere una bambina nello stesso reparto di ammalati di malaria.
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
vai all'Ospedale e chiedi un duplicato
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
ma chi sono ???
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
al di la' di tutti i commenti su chi abbia contagiato, ma non si potevano fare degli esami (visto che c'erano stati due malati di malaria) e somministrare il medicinale???? o si scambia la malaria per faringite come spesso succede nei reparti di pediatria dove le infermiere sgridano (ma come per una febbre lo porta all'ospedale?)
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
ma è una giustificazione per ammazzarlo??
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
ma che stai a di' l'offesa è partita dalla signora (non sai leggere)
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
ma perchè aspettare le tartarughe che nascono. Ci sono i 5 stelle
dalla notizia:
Giovedì 1 Gennaio, 01:00
ma come faceva ad avere il consenso se il paziente era incosciente?
dalla notizia:
Utenti più attivi / 7 giorni
con 87 commenti
con 85 commenti
con 69 commenti
con 61 commenti
con 61 commenti
Utenti che segue
Ancora nessun utente!
Utenti che lo seguono
Nessun follower, per ora!
QUICKMAP