Terni, il professor Maira visita l'operaio ferito in Ast
La mamma: “Abbiamo qualche speranza”

"Mi stringa forte la mano". Gianluca il giovane 35 enne dipendente delle Acciaierie, travolto da un rotolo di acciaio, in prognosi riservata da circa una settimana, lo fa senza problemi, tanto da sbalordire lo stesso Giulio Maira, neurochirurgo di fama internazione. Professore questa reazione positiva del ragazzo cosa vuol significare dal punto di vista clinico? "" Che le cose vanno nel verso giusto, tenendo conto dell’enorme trauma subito. Ma soltanto il tempo ci potrà dire quale sarà effettivamente il suo recupero"". E continua: ""I chirurghi dell’ospedale di Terni hanno fatto un lavoro eccezionale, il protocollo è giusto e bisogna andare avanti in questo modo, per ora la vascolarizzazione del braccio non è cosa da poco. Per le altre funzionalità ci vorrà tempo, molto tempo"". La mamma di Gianluca: ""Il professore ci ha un poco rasserenato"". Maira ha voluto ascoltare i medici che sono intervenuti in emergenza sul giovane, ha scambiato opinioni, condividendo l’intero operato fin qui portato avanti. Infatti è stato Ottavi, chirurgia vascolare a rendere funzionale la mano e Alessandro Ciampini, neurochirurgo, ha monitorare continuamente il giovane lavoratore Ast. Anche l’Ast ha voluto essere vicina a Gianluca chiamando al suo lettino Maira, per conoscere l’opinione di un grande neurochirurgo. Un gesto, certamente umano, ma anche un segnale di grande disponibilità dell’azienda di viale Brin pur di salvare la vita del dipendente. Ieri pomeriggio, infatti, c’erano per Ast Massimo Calderini, numero due dell'acciaieria, Andrea Silvestrelli, medico della società e Gianni Scordo, presidente del Clt. Ieri alle 16 le sale d’attesa di rianimazione erano affollate di persone: familiari e amici in attesa della visita. Nei lettini disposti in ordine del reparto, il monitoraggio dei pazienti è continuo ed ogni variazione, se pur minima, viene costantemente valutata dagli operatori. Gianluca dopo un grave incidente sul lavoro è stato trasportato al pronto soccorso del Santa Maria con codice rosso ed immediatamente operato, riattivandogli la vascolarizzazione della mano e rimanendo in prognosi per un grave trauma cranico.
Domenica 16 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP