"Ecco cosa è accaduto alla Spoleto
Credito e servizi": dopo il fallimento,
Heller incontra soci e città

Sigilli alla sede della Scs
SPOLETO - Spoleto Credito e Servizi, dopo il fallimento decretato dal Tribunale di Spoleto il 29 dicembre scorso, il presidente Giorgio Heller incontrerà i soci e quanti sono interessati a conoscere il suo punto di vista e la documentazione sulla vicenda che riguarda la società cooperativa che conta circa 21mila soci e che per anni è stata azionista di maggioranza della Banca Popolare di Spoleto. Una vicenda controversa, culminata il 2 gennaio scorso con l'apposizione dei sigilli alla sede di vicolo San Filippo. Heller, come si è appreso nella giornata di giovedì, ha convocato un incontro nella sala riunioni del Ristorante Zengoni: l'appuntamento è per sabato 13, alle ore 11. "C'è necessità di fare chiarezza - viene riferito - e di raccontare a chi fosse interessato l'incredibile vicenda che ha portato al fallimento di Scs, proprio quando era tutto pronto per la ricapitalizzazione e il rilancio della società". Heller ha fatto sapere di voler illustrare quanto è stato fatto in questi mesi e le iniziative che intende intraprendere dopo il fallimento, a partire dal ricorso in Corte d'Appello contro il provvedimento dei giudici di Spoleto, che verrà depositato nei prossimi giorni.
Venerd├Č 12 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 09:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP