«Quei due spacciano»: Perugia, presi con le tasche piene di droga alla stazione di Sant'Anna

PERUGIA - Nella serata di martedì  i carabinieri  delle stazioni di Perugia e Perugia Fortebraccio, nel corso di un mirato servizio finalizzato al contrasto del traffico di droga nelle zone della città considerate più a rischio, grazie anche alla collaborazione di alcuni residenti che hanno segnalato al 112 anomali movimenti di giovani tossicodipendenti, hanno arrestato due tunisini con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Tutto è nato da una segnalazione anonima al 112: «Due ragazzi stranieri stanno spacciando nei pressi della stazione ferroviaria di Sant’Anna». Immediato l’intervento dei carabinieri proprio mentre i due magrebini “contabilizzavano” i guadagni della loro attività. Gli spacciatori hanno tentato la fuga in direzioni opposte, sperando di farla franca e ignari del fatto che le pattuglie avevano bloccato ogni percorso. Mentre uno si è arreso, l'altro ha cercato di scagliarsi contro i militari per continuare la fuga. Ma il tentativo è andato a vuoto: i carabinieri nonostante siano rimasti feriti sono riusciti a bloccarlo.

Dalle tasche di uno spacciatore sono sbucati due involucri di cocaina, tre cellulari e oltre mille euro. Da quelle dell'altro ecco 24 bustine di eroina, 12 stecche di hashish e qualche decina d'euro. I due sono stati portati nel carcere di Capanne, con uno che dovrà rispondere anche del reato di lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. I due carabinieri rimasti feriti sono stati medicati riportando una prognosi rispettivamente di 30 e 7 giorni.
Mercoled├Č 13 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:19

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP